Google Stadia: la latenza “non sarà assolutamente un problema”

By Stefano Paglia, giovedì, 21 marzo 2019 11:43 GMT

“Trasferiamo i dati nelle vostre case più velocemente di quanto i vostri occhi inviano informazioni al cervello”.

Google Stadia, la nuova piattaforma di streaming della grande G, è completamente digitale e richiede una connessione a internet costante per funzionare. Uno dei potenziali problemi evidenziati dalle persone all’annuncio della piattaforma è quello della latenza dello streaming, o per gli amici il lag.

Un aspetto da non sottovalutare specialmente in ambito gaming, dove la reattività degli input è fondamentale, sopratutto nei giochi più frenetici.

Tuttavia a quanto pare i timori sono infondati, perlomeno sulla carta.

google stadia

Phil Harrison, il boss del progetto Google Stadia, afferma di essere “assolutamente certo” che la latenza non sarà un problema. “Crediamo che non si tratti di dimostralo al lancio del servizio; in realtà lo abbiamo già dimostrato oggi.“, ha affermato Harrison in un’intervista con GameSpot alla GDC.

Trasferiamo i dati, il segnale video, dai nostri data center ai vostri occhi più velocemente di quanto questi riuscirebbero a trasferire le informazioni al vostro cervello, al sistema nervoso e alle vostra dita. Il sistema operativo umano è la parte più lenta del sistema alla base di Stadia. Alcuni umani sono più lenti di altri.

Come tutti i servizi basati sullo streaming, l’esperienza di gioco sarà per forza di cose influenzata dalla velocità di connessione della vostra rete, il che significa che il risultato finale varierà da utente a utente. A tal proposito, Harrison ha spiegato che per giocare con Google Stadia in 1080p e 60fps basterà una connessione da 25 Mbps.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com