Dying Light 2: il director spiega come funziona “il ciclo di vita” degli zombie

By Claudia Marchetto, martedì, 12 marzo 2019 13:03 GMT

Lo studio di sviluppo ha delineato nuovi dettagli circa gli zombie presenti in Dying Light 2 soffermandosi sul loro “ciclo di vita”.

L’obiettivo del primo Dying Light era di sopravvivere ad un’epidemia di zombie utilizzando solo il vostro ingegno e costruendo armi di fortuna, oltre che avvalendosi del parkour per scappare dalle orde di non morti. La presentazione del secondo capitolo all’E3 invece ha mostrato anche gli altri gruppi di esseri umani che avrebbero influenzato il mondo di gioco.

Ovviamente non ci sono solo esseri umani da combattere, ma anche gli intramontabili zombie. Tymon Smektała, designer di Dying Light 2, durante un’intervista ha svelato alcuni dettagli su quello che sarà il “ciclo di vita” degli zombie.

Dying Light 2

All’inizio una persona morsa da uno zombie avrà ancora tracce di umanità e sarà molto più pericoloso e veloce, ma eviterà di stare a contatto con il sole. Dopo un po’ di tempo si trasformeranno in ‘Biters’, ovvero sarà a tutti gli effetti uno zombie. Questa creatura si muoverà lentamente, ma se riuscirà a prendervi verrete morsi ed infettati. La luce del sole però è dannosa per loro, perciò usciranno solo la notte, mentre di giorno rimarranno rintanati“.

Come avevamo già svelato in un’altra intervista di Smektala, nel gioco ci saranno anche diverse fazioni che lotteranno per il proprio territorio.

Vi ricordiamo che Dying Light 2 uscirà per PC, Xbox One e PlayStation 4. Attualmente lo studio di sviluppo non ha annunciato ancora una data di uscita precisa.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com