Trials Rising – Recensione

By Giovanni Panzano, lunedì, 25 febbraio 2019 12:00 GMT

Siamo tornati ad effettuare folli trick sulle moto di Trials Rising e, tra una caduta e l’altra, vi proponiamo la nostra recensione.

Che gioco è

Trials Rising è, come tutti i titoli della serie, un gioco davvero particolare. Si tratta di un racing game marcatamente arcade e dal gameplay bidimensionale in cui, con dei controlli ridotti all’osso, lo scopo è spostarsi dal punto A al punto B di un tracciato. Detto così sembra si tratti di un titolo quasi banale, ma vi assicuriamo che non lo è. Le piste sulle quali ci muoveremo sono piene di ostacoli e bisognerà costantemente tenere sotto controllo l’equilibrio della moto con lo stick analogico destro per superarli con successo. La fisica del gioco è estremamente sensibile e bisognerà dosare con grande attenzione ogni movimento per riuscire a non stare troppo tempo in aria e al contempo raggiungere gli obiettivi più distanti.

A fare da sfondo alle pazze corse vi sono scenari a dir poco folli che vi catapulteranno su treni in corsa, pianeti attaccati dagli alieni e tanto altro. Ovviamente continua ad esserci quello che è un marchio della serie, ovvero la morte finale del pilota. Al termine di ogni corsa il nostro povero avatar morirà sempre in modo diverso e, da questo punto di vista, gli sviluppatori hanno dimostrato di avere davvero una grande fantasia.

Cosa ci piace

L’aspetto che più ci è piaciuto di questo Trials e che contraddistingue la serie è la sua apparente semplicità. Nonostante imparare i controlli e superare i primi stage sia un gioco da ragazzi, comprendere al meglio le meccaniche e superare i circuiti “Ninja” richiederà una grande abilità. Ciò significa che con Trials Rising possono divertirsi davvero tutti, sia chi cerca la sfida sia chi vuole un party game, visto il supporto per 4 giocatori in locale.

Inutile dire che il titolo include una mole di contenuti di tutto rispetto e, oltre ad una corposa modalità single player, presenta l’immancabile modalità online. Giocando al multigiocatore potrete sfidare gli altri utenti non solo nei tracciati creati da Ubisoft, ma anche in quelli composti con grande attenzione da altri giocatori grazie al relativo editor. Nel gioco è presente un’intera sezione dedicata ai circuiti personalizzati, attraverso la quale potrete raggiungere in pochi passi quelli più giocati del momento.

Cosa non ci piace

Per quanto non vi siano criticità nelle meccaniche di gioco, la cui formula è ormai consolidata nonostante l’assenza di novità, non possiamo non criticare alcuni aspetti di questa produzione.

Uno degli elementi che più ci ha fatto storcere il naso sono le loot box. In Trials Rising moto e avatar sono personalizzabili sotto ogni punto di vista, ma gli accessori per cambiarne l’aspetto vanno reperiti all’interno dei forzieri. Sebbene si possano ottenere forzieri con una certa frequenza, vi sono tantissimi duplicati e adesivi al loro interno. Questo particolare rende davvero un inferno trovare qualcosa di realmente interessante e, all’ennesimo paio di mutande comuni, rischierete di perdere le staffe. Ad ovviare a questa situazione vi è il negozio, che consente l’acquisto di oggetti estetici sia con monete di gioco che con carta di credito. Bisogna però specificare che molti dei gadget in vendita vi richiederanno un bel po’ di farming per ottenere le monete necessarie all’acquisto.

Un altro aspetto sicuramente migliorabile riguarda i menu di gioco. Lo spostamento tra le varie voci a disposizione non risulta essere comodissimo e spesso si tende a fare confusione anche nelle situazioni più semplici.

Curiosità

Se non avete alcun timore di rovinare i rapporti con qualche vostro conoscente, vi consigliamo di dare uno sguardo alla modalità Tandem. Si tratta di un nuovo mezzo a 2 posti che richiede una forte collaborazione tra i giocatori. Entrambi gli utenti avranno voce in capitolo sul bilanciamento della moto e solo quando entrambi accelereranno si procederà ad una velocità adeguata a proseguire.

Giochi simili

Titoli dal gameplay simile a quello di Trials Rising non esistono a parte i precedenti capitoli (incluso quello F2P disponibile su iOS e Android). Se però amate le acrobazie folli a bordo di velocissimi bolidi possiamo consigliarvi Rocket League e Trackmania Turbo.

Sintesi

Trials Rising è un titolo imperdibile per qualsiasi appassionato della serie, che ritroverà in questo nuovo episodio ancor più contenuti dei suoi predecessori. Visto il prezzo budget con il quale si propone, consigliamo l’acquisto anche a chi cerca un prodotto più leggero da alternare a giochi più impegnativi. Non è da escludere che vi ci perdiate dentro nel tentativo di battere i record dei vostri amici online.

Quando esce

Trials Rising sarà disponibile in tutti i negozi a partire dal prossimo 26 marzo nelle versioni PlayStation 4, Xbox One, PC e Switch.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com