Activision Blizzard licenzia quasi 800 dipendenti

By Claudia Marchetto, mercoledì, 13 febbraio 2019 10:23 GMT

Per l’industria dei videogiochi il licenziamento in massa dei dipendenti di Activision Blizzard è uno dei più ingenti accaduto in questi anni.

Activision Blizzard ha ridotto la sua forza lavoro dell’8% che in termini più semplici si traduce con il licenziamento di circa 800 dipendenti. Questa manovra arriva in concomitanza con il rapporto del quarto trimestre dell’azienda. In una relazione sui guadagni riguardanti le relazioni con gli investitori della casa editrice, Activision Blizzard conferma un fatturato netto annuale di 7,50 miliardi di dollari. Si tratta di un record aziendale e quasi mezzo miliardo in più rispetto al precedente miglior risultato stabilito nel 2017.

Activision Blizzard Apple

Il CEO Bobby Kotick ha dichiarato: “Sebbene i nostri risultati finanziari per il 2018 siano stati i migliori di sempre, non ci siamo resi conto del nostro pieno potenziale. Per aiutarci a raggiungere questo obiettivo, abbiamo apportato una serie di importanti cambiamenti alla leadership“. Ciò include le riduzioni dei costi del personale già accennati pochi giorni fa.

Secondo un report di Kotaku i licenziamenti del personale riguarderebbero solo le divisioni non inserite nello sviluppo di giochi, come eSports e publishing. Ci sono stati inoltre licenziamenti presso alcune filiali di Activision come King ed High Moon Studios.

I rappresentanti di Activision Blizzard hanno dichiarato che le persone licenziate riceveranno un pacchetto di risarcimento completo che include un’assicurazione medica continuata ed un’assistenza per essere inseriti in un nuovo contesto lavorativo.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com