Fortnite è un pericolo per il calcio secondo il CEO del Liverpool

By Francesco Giordano, venerdì, 1 febbraio 2019 15:10 GMT

Dopo Netflix, sembra che anche il mondo del calcio sia minacciato da Fortnite!

A quanto pare Fortnite sta diventando un problema non solo per il mondo dei videogiochi. La sua popolarità sembra ormai riguardare e colpire anche altri universi, dopo quello dell’intrattenimento di Netflix sembra che anche quello dello sport sia in pericolo.

A dichiararlo è stato Peter Moore, il CEO della squadra del Liverpool, durante un’intervista con il giornale Arabian Business Magazine. Essendo un ex dirigente di Electronic Arts a capo della divisione EA Sports, forse conosce bene l’argomento in questione.

Il giornale ha chiesto una sua opinione proprio sulle parole di Netflix che vede Fortnite come vero antagonista.

Fortnite calcio

Moore ha dichiarato che “90 minuti sono un periodo di tempo lungo per un millennial che vuole guardare una partita di calcio. Quando guardo i numeri dello sharing delle gare calcistiche da parte dei millennials maschi, come amministratore delegato di una società di calcio sono preoccupato per il futuro con la prossima generazione di fan in arrivo.“.

Moore aggiunge che “se non costruiremo abilità tecnologiche come club, li perderemo.” ed il problema principale è che “c’è tanta pressione da gestire di questi tempi e solo 24 ore per affrontarle. Invece ci sono tante ore della giornata per giocare a Fortnite.“.

Nonostante si renda conto della situazione, è ovviamente difficile capire come contrastare il fenomeno di Epic Games. E voi cosa ne pensate delle parole di Moore?

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com