Dopo il raid nei loro uffici, le autorità svedesi hanno assolto l’ex-CEO di Starbreeze dalle accuse di insider trading

By Marcello Ruina, venerdì, 11 gennaio 2019 16:50 GMT

L’ex-CEO di Starbreeze, Bo Andersson è stato assolto dalle accuse di Insider Trading, ma le autorità svedesi non hanno finito di indagare.

Come sicuramente ricorderete, lo scorso dicembre, le autorità svedesi avevano effettuato un raid negli studi di Starbreeze in Uppsala, sequestrando documenti finanziari, apparecchiature e perfino arrestando uno dei dipendenti.

Oltre a questo arresto, l’ex-CEO di Starbreeze, Bo Andersson, era stato accusato di Insider Trading. Per chi non lo sapesse, si tratta di “compravendita di titoli di una determinata società da parte di soggetti che, per la loro posizione all’interno della stessa o per la loro attività professionale, sono venuti in possesso di informazioni riservate non di pubblico dominio”.

Le autorità avevano infatti scoperto che Andersson aveva venduto le proprie azioni, poco prima che Starbreeze annunciasse le “brutte notizie” legate alle scarse vendite di Overkill’s The Walking Dead, le quali hanno fatto calare il valore del titolo azionario.

A seguito del raid e dopo aver effettuato tutte le indagini del caso, un procuratore della Swedish Economic Crime Authority (EBM) ha dichiarato che Bo Andersson non è più sotto indagine per Insider Trading. Ora, gli occhi della procura sono indirizzati verso la banca Carnegie, la quale avrebbe obbligato Andersson a vendere le proprie azioni.

Non sappiamo come si evolverà la faccenda da qui in avanti (alcuni elementi chiave sono ancora tenuti segreti dallo Stato e da Starbreeze), ma speriamo di poter ricevere nuove informazioni in futuro. In questo modo, avremo finalmente un quadro più chiaro sul futuro della compagnia.

Cosa ne pensate?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com