In Giappone il console modding è reato e porta alla reclusione

By Claudia Marchetto, martedì, 8 gennaio 2019 11:54 GMT

Il console modding in Giappone è un grave reato che va dal pagamento di una salatissima multa fino alla reclusione in carcere.

A seguito di un cambiamento della legge giapponese sulla prevenzione della concorrenza sleale in dicembre, gli editor di salvataggio dei giochi ed il console modding sono ora reati a tutti gli effetti.

ace attorney videogiochi illegale console modding

Secondo una traduzione di Siliconera , la legge sembra essere rivolta principalmente a coloro che distribuiscono strumenti di modding, insieme a quelli, come vi avevamo detto qualche giorno fa, che vendono le chiavi dei prodotti “senza il permesso del produttore di software“. La punizione ufficiale è una multa fino a 5 milioni di yen o cinque anni di carcere e, nel peggiore dei casi, entrambi.

Come evidenziato da Gamespot , la legge indica che le attività di modding precedentemente ritenute innocue sono anche loro prese in considerazione. Le mod che aggiungono giochi a microconsole come NES, SNES e PS Classic quindi non sono più consentite.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com