Pachter: il flop di Fallout 76 non metterà a rischio Starfield e The Elder Scrolls 6

By Stefano Paglia, lunedì, 7 gennaio 2019 13:57 GMT

“È solo la dimostrazione che Bethesda non era pronta a realizzare un’esperienza interamente multiplayer”

Probabilmente, Fallout 76 non verrà ricordato come uno dei più grandi successi del mercato videoludico. Stroncato dalla critica e dal pubblico, l’ultima fatica di casa Bethesda ha subito un lancio turbolento, con conseguenti vendite sottotono. Al flop del lancio, si aggiungono anche delle cadute di stile da parte di Bethesda, come ad esempio la bufera mediatica generata dalle borse di nylon presenti nella Collector’s Edition.

Fallout 76

Secondo l’analista di mercato Michael Pachter, tuttavia il “fiasco” di Fallout 76 non influenzerà negativamente né Starfield né The Elder Scrolls VI, due attesissimi progetti in lavorazione presso gli studi di Bethesda Softworks. Piuttosto, a suo avviso, è la dimostrazione che lo studio non è ancora in grado di cimentarsi in esperienze interamente votate al multiplayer.

Non credo che ci sia alcun rischio per i titoli single player futuri.“, ha affermato Pachter in un’intervista con Gamingbolt. “Dimostra solo che non erano pronti a realizzare un titolo esclusivamente multiplayer. Probabilmente dovranno tornare sui loro passi e capire cosa hanno sbagliato, e cosa fare per risolvere la situazione. Devo dirlo, è il primo gioco della serie Fallout che non ho giocato, e non ho nessun interesse di farlo. Voglio dire, ha ricevuto critiche talmente negative che non lo proverò, e ho giocato tutti i loro giochi per centinaia di ore.

E voi cosa ne pensate? Il flop di Fallout 76 ha fatto vacillare le vostre speranze verso The Elder Scrolls VI e Starfield?

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com