Kingdom Hearts 3 senza Pixar e Toy Story non sarebbe mai potuto esistere, secondo Nomura

By Antonio Izzo, lunedì, 7 gennaio 2019 13:10 GMT

Le licenze Pixar e Toy Story si sono rivelate fondamentali per lo sviluppo

In una recente intervista concessa al magazine inglese EDGE, Tetsuya Nomura ha parlato dell’importanza delle licenze Pixar per Kingdom Hearts 3, in particolare quella di Toy Story. Il director ha ammesso che se non le avesse ottenute, non avrebbe mai cominciato a sviluppare il gioco.

“Quando abbiamo completato Kingdom Hearts 2 e abbiamo iniziato a pensare al terzo episodio, abbiamo contattato Disney e ricordo d’aver detto: ‘se non possiamo includere Pixar, allora non possiamo farlo’. È un aspetto importante per la serie. L’intero mondo ama Toy Story – tutti adorano la sua storia e i suoi personaggi. All’inizio dello sviluppo gliel’ho detto in maniera diretta: ‘se non possiamo averlo, allora non voglio farlo'”.

Ottenere il benestare di Pixar, da sempre molto protettiva nei confronti delle proprie creazioni, non è stato affatto semplice, e ha richiesto diversi anni di discussioni: “Preparai una bozza della storia e la feci leggere ai ragazzi di Pixar. Ci sono voluti anni prima di ricevere l’approvazione per la storia e il design dei personaggi. Prima di Kingdom Hearts 3, credevo che queste compagnie considerassero i videogiochi come dei giocattoli su licenza, ma non è così. In questo caso hanno dovuto collaborare due differenti tipi di creatori – quelli che hanno dato vita al film d’animazione e quelli che stavano sviluppando il videogioco. Comunicavamo gli uni con gli altri, pertanto questo ha aggiunto un ulteriore livello di complessità. I creatori hanno idee, desideri e progetti differenti”.

Per fortuna, alla fine tutto è andato per il verso giusto, e in Kingdom Hearts 3 oltre a Toy Story ci sarà anche Monsters & Co. Ricordiamo che il titolo verrà lanciato su PlayStation 4 e Xbox One il prossimo 29 gennaio.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com