Michael Pachter: “i publisher sono miopi con le microtransazioni”

By Stefano Paglia, mercoledì, 28 novembre 2018 11:01 GMT

Per l’analista di Wedbush Securities i publisher dovrebbero rivedere le loro politiche sulle microtransazioni per renderle più accettabili agli occhi dell’utenza

Per Micheal Pachter, noto analista di mercato di Wedbush Securities, il modo in cui i publisher implementano le microtransazioni nei loro giochi è “miope”.

In un’intervista con The 1099, Pachter ha affermato che le software house dovrebbero rivedere il modo in cui proporre le mictrotransazioni, in modo tale da renderle più accettabili agli occhi dei giocatori. A suo avviso, ad esempio, i publisher potrebbero donare un quantitativo di valuta in game pari al prezzo del gioco. In questo modo i giocatori sarebbero maggiormente incentivati a provare le microtransazioni..

Pachter microtransazioni

“Il modello che credo avrebbe senso sarebbe quello di cambiare il modo in cui le microtransazioni sono implementate. Ne ho parlato con EA alcuni anni fa e mi hanno riso in faccia.“, ha affermato Pachter. “Gli ho chiesto: “perché non dare a chiunque compra una copia di FIFA 60$ in valuta di gioco da spendere nell’Ultimate Team? Ogni singola persona che gioca a Ultimate Team sfrutterebbe questa possibilità” al che Andrew Wilson (CEO di EA) rispose: “Beh, abbiamo persone che spendono 300 $ in questo gioco, così ne spenderebbero solo 240 $.

Gli chiesi quanti giochi free-to-play giocasse e lui rispose solo Ultimate Team. Io ne gioco all’incirca 30. Quindi spendo circa 300$ all’anno per loro e con il mio metodo ne spenderei 360 $. Provalo e vedrai.“.

Che ne pensate dell’esempio di Pachter? Secondo voi se i publisher donassero un discreto quantitativo di valuta in-game a tutti i giocatori, le microtransazioni diventerebbero più accettabili agli occhi dei giocatori? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.

Sapevate che per la commisione inglese le loot box sono da considerarsi gioco d’azzardo?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com