Fallout 76: 20 consigli per il vostro viaggio nell’Appalachia post-apocalittica

By Stefano Paglia, lunedì, 19 novembre 2018 21:23 GMT

Prendete nota, questi consigli potrebbero tornarvi utili mentre esplorate il vasto e pericoloso mondo di Fallout 76

Fallout 76 è arrivato e anche questa volta Bethesda ci propone un’avventura immensa, ricca di sfaccettature e misteri da scoprire tra le macerie di un mondo post-apocalittico. Ma c’è tanta nuova carne al fuoco (tranquilli, non radioattiva), tra gli elementi multiplayer che fanno da cardine al gioco, passando al C.A.M.P. e lo S.P.A.V., fino ad arrivare al nuovo ruolo delle caratteristiche S.P.E.C.I.A.L. e le carte dei perk.

Per questo motivo abbiamo messo insieme una lista di consigli utili che vi aiuteranno a esplorare l’Appalachia post-apocalittica, magari evitando di sbattere la testa contro il muro ripetutamente dalla disperazione per via di alcune meccaniche astruse.

Dove trovare la vostra prima arma

Ok, siete appena usciti dal Vault 76 e già sentite la mancanza di quelle quattro mura confortevoli. Ed è giusto che sia così. L’Appalachia è un luogo tanto affascinante quanto pericoloso, e tra ratti a due teste, supermutanti e altri abomini radioattivi, la morte è dietro l’angolo. Insomma, vi serve un’arma. E in fretta.

Per vostra fortuna ne troverete una nemmeno un minuto dopo essere usciti dal Vault. Dirigetevi subito a destra e troverete il cadavere di un Soccorritore. In Fallout 76 il loot che troverete addosso ai cadaveri o nel mondo di gioco spesso e volentieri è totalmente casuale, ma fortunatamente non in questo caso. Il cadavere sopracitato infatti avrà con sé sempre una pistola rudimentale. Non proprio il massimo, ma è un inizio.

Ora scendete la prima rampa di scale che si trova opposta all’entrata del Vault per trovare un altro cadavere, che questa volta avrà con sé un machete. Ora avete anche un’arma corpo a corpo. Buona fortuna!

Non potete salvare manualmente

Fallout 76 è un gioco interamente online e quindi non potrete salvare manualmente i vostri progressi. Il modo più sicuro che avete per assicurarvi che il gioco registri i vostri progressi è quello di andare nel menu principale e selezionare l’opzione “Esci dal gioco”.

Non è Fallout 4

Potrebbe sembrare ovvio, ma per un occhio poco attento, Fallout 76 potrebbe sembrare identico a Fallout 4. I panorami, i gadget, i tagli di capelli, gli assets riutilizzati… insomma le somiglianze ci sono.

Tuttavia alcuni dei pulsanti sono mappati in modo leggermente differente e inoltre ora c’è anche la funzione del CAMP nella schermata del Pip-Boy. Insomma, prendetevi del tempo per prendere confidenza con i comandi prima di gettarvi nell’avventura vera e propria.

Fallout 76 battle royale

Non è Fallout 4, parte 2

A parte qualche stravagante robot e un amichevole supermutante mercante, non troverete nessun NPC che girovaga nella mappa. A differenza di Fallout 4 e i precedenti titoli della serie, in Fallout 76 voi e i vostri compagni di viaggio avete la responsabilità di ricostruire la società.

Per questo motivo, non troverete città, accampamenti o rifugi di fortuna, ma piuttosto preparatevi a incontrare parecchi mostri radioattivi, gli Ardenti (umani mutati e estremamente aggressivi), robot ostili e tante altre simpatiche entità minacciose.

Obiettivi e Trofei

Se avete giocato alla beta e continuerete il vostro viaggio in Fallout 76 con lo stesso personaggio, purtroppo non tutti i trofei che avete guadagnato verranno sbloccati. Come confermato da Bethesda tutti quelli relativi al completamento delle quest dovranno per forza di cose ottenuti iniziando l’avventura con un nuovo personaggio.

Fate squadra

Una volta lasciato i comfort offerti dal Valut 76, il mondo là fuori potrebbe sembravi solitario. A parte qualche amichevole robot e numerosi mostri radioattivi pronti a farvi la pelle, potrete interagire solo con altri giocatori come voi. La curva della difficoltà è piuttosto ripida giocando da soli, quindi, che sia un amico oppure con degli sconosciuti, vi consigliamo caldamente di fare gruppo.

Giocare in un team permette di prendere parte agli eventi pubblici più grandi, affrontare le quest più difficili, e, in generale, esplorare più agilmente l’Appalachia. In fin dei conti, Fallout 76 è pensato per essere giocato in gruppo, non in solitaria.

Inoltre potrete scambiare risorse con i vostri compagni o altri giocatori che vagano per la mappa, come ricette, progetti e modifiche. Insomma, gli aspetti social del gioco tornano utili in molteplici occasioni.

L’inventario e il peso massimo trasportabile

Raccogliere risorse e oggetti con raziocinio è stato sempre un fattore importante nei titoli Bethesda, ma lo è ancor di più in Fallout 76.

Come in Fallout 4, potrete raccogliere numerose risorse ovunque e per raggiungere il massimo del peso trasportabile è questione di poche ore. D’altronde le risorse sono utili per costruire di tutto, dalle modifiche per le armi, passando per creazione di alimenti e oggetti utili, fino ad arrivare a torrette difensive per il CAMP. Tuttavia, al contrario dei precedenti capitoli, non troverete numerosi venditori in giro, né avrete un compagno di viaggio guidato dall’IA da trasformare in una sottospecie di borsa aggiuntiva ambulante. Il trucco dunque è imparare a conoscere bene il ruolo di ogni risorsa e i progetti più utili per la vostra avventura, in modo tale di evitare di raccogliere cianfrusaglie o materiali che non vi servono.

Spostare il CAMP ha un costo

Nel caso vi siate stufati del posto in cui vi siete accampati, potete sempre decidere di spostare il vostro CAMP in una nuova area. Per eseguire lo spostamento dovrete prima entrare nel vostro Pip-Boy e poi scegliere l’opzione apposita allo spostamento. Tuttavia, tenete a mente che farlo ha un costo in tappi. Maggiore sarà il vostro livello e la distanza in cui si trova l’accampamento, maggiore sarà il numero di tappi necessari per il trasferimento.

I tappi, visto che siamo in argomento, sono molto meno diffusi e facili da ottenere in Fallout 76, quindi prima di spostare il CAMP valutate bene se effettivamente ne vale la pena.

Fallout 76

Armi e armature

I vestiti alla moda purtroppo non offrono grande protezione ai danni in Fallout 76. Se volete difendervi come si deve vi conviene recuperare il prima possibile un’Armatura Atomica. Ecco dove potreste trovarne una e come personalizzarla.

Le maschere antigas sono un altro oggetto indispensabile, visto che vi difenderanno parzialmente dalle radiazioni.

Come in Fallout 3 dovrete riparare le vostro armi e armature per evitare che si rompano. Affrontare un bradipo gigante a mani nude non è mai una buona idea. Potrete riparare il vostro equipaggiamento ai tavoli da lavoro sparsi per l’Appalachia, al CAMP e da alcuni venditori speciali. Se un oggetto si rompe non potrete più usarlo, ma rimarrà nel vostro inventario, fino a che non lo butterete o venderete.

Un’altra cosa interessante è che è possibile ritrovarsi con due armi identiche all’apparenza, ma provandole potreste accorgervi che una si deteriora più velocemente dell’altra. Insomma, un fattore nascosto che bisogna valutare con scrupolo.

Come funzionano i perk e i punti SPECIAL

I punti S.P.E.C.I.A.L. sono stati presenti nei titoli della serie Fallout da sempre, e Fallout 76 non fa eccezione. Aumentando di livello, potrete assegnare i punti a una delle statistiche Special, così come scegliere una Carta dei Perk. Spesso c’è una nuova tipologia di carta per ogni grado Special e non siete costretti per forza a scegliere una carta dello stesso tipo della caratteristica Special aumentata. Ad esempio, aumentando la Percezione potrete anche scegliere una carta legata alla Forza.

Inizierete la vostra avventura con un punto in ogni caratteristica e potrete aumentare ognuna di esse fino al livello 15. Il level cap attuale è di 50, quindi distribuite i vostri punti con raziocinio. Con almeno tre punti in Carisma, potrete condividere le carte dei perk con i vostri compagni di squadra.

La maggior parte dei perk possono essere combinati per ottenere una versione più potente dello stesso. Ecco i migliori perk disponibili nel gioco.

Le Bobblehead sono tornate

Si, in Fallout 76 sono presenti le mitiche bobblehead, ma stavolta hanno un’utilità differente. Le bobblehead infatti servono solo a fornire un boost alle statistiche per un breve periodo di tempo e non in modo permanente.

Hacking e scassinare

Fallout 76 eredita da Fallout 4 le meccaniche di scassinamento e hacking dei terminali. Stavolta però le forcine sono molto più difficili da trovare.

Le carte dei perk dedicate a queste due meccaniche sono differenti dalle altre di Fallout 76. Ognuna di queste abilità ha tre carte di potenza differenti. Non potrete combinarle per ottenere un unico e potente effetto. Quindi l’unico modo per migliorare hacking e scassinamento è equipaggiare tutte e tre le carte dedicate.

Malattie, mutazioni e fame

Una volta raggiunto il livello 5, il vostro personaggio potrà contrarre malattie dal cibo e dall’acqua nonché mutare il proprio fisico per colpa delle radiazioni. Le malattie possono essere curate con specifiche cure o lasciando che facciano il loro corso, a vostro rischio e pericolo. Avrete anche bisogno di mangiare e bere con regolarità durante i vostri viaggi nel West Virginia, una meccanica già vista in Fallout: New Vegas.

Come nella vita vera, riposare il giusto, magari in un bel letto confortevole, può aiutare a prevenire le malattie, nonché assicurare una forma smagliante al vostro personaggio. La morte non cura né malattie né le mutazioni, quindi occupatevene il prima possibile.

Le radiazioni come al solito sono pericolose e solo il RadAway potrà rimuoverle. Tuttavia possono anche innescare delle mutazioni nel vostro corpo, che possono essere sia positive che negative, a voi la scelta se rimuoverle o meno.

Consigli per i combattimenti

I combattimenti in Fallout 76 possono risultare impegnativi a prescindere dal livello del vostro personaggio. Un consiglio sempreverde è quello di avere a portata di mano un’arma corpo a corpo, una bocca da fuoco da medio-lunga distanza e una a corta gittata, come uno shotgun. Le munizioni sono limitate, quindi conviene lootare i cadaveri e i contenitori sparsi in giro, o in alternativa acquistarle/craftarle a pacchi.

Anche Fallout 76 sfrutta il sistema dello SPAV, seppure qui funziona in modo differente. Niente pausa tattica, il che è logico considerando che parliamo di un gioco multiplayer, ma piuttosto avrete a disposizione la mira automatica, regolata da diversi fattori, come distanza del bersaglio e i perk assegnati al personaggio. Lo SPAV usa i PA (Punti Azione), ma la sua utilità è innegabile.

Con i giusti perk sarete anche in grado di prendere di mira specifiche parti del corpo di un nemico o riempire più velocemente la barra dei colpi critici.

fallout 76

PvP e morte

Una volta raggiunto il Livello 5, gli altri giocatori potranno iniziare ad attaccarvi. Se qualcuno vi spara e voi non rispondete al fuoco, prenderete solo una piccola porzione del danno normale. Se nonostante ciò dovesse riuscire a uccidervi, verrebbe messa una taglia sulla sua testa e quel giocatore diventerebbe una preda per tutti i giocatori nel server. Insomma, gli scontri PvP non voluti da entrambe le parti non sono assolutamente incentivati da Fallout 76.

Inoltre, potete attivare la modalità Pacifista dalle opzioni in modo tale che non potrete in alcun modo danneggiare un altro giocatore, con il rischio di dar via a un duello involontariamente.

Se la vostra energia vitale raggiungerà lo zero, il vostro personaggio si accascerà a terra, agonizzante. Per un breve lasso di tempo potrà essere salvato da un amico o uno sconosciuto dall’animo gentile che vaga per il West Virginia. Se riceverete ulteriori danni in questo stato o il timer per le cure si esaurirà, morirete, lasciando dietro di voi un sacchetto contenente tutti materiali di scarto raccolti. Fortunatamente potrete riottenere gli oggetti perduti. Inoltre, posizionare il CAMP vicino a un’area particolarmente impegnativa potrebbe ridurre i rischi di perdere bottino prezioso.

Craftare come dei professionisti

I banchi da lavoro sono presenti un po’ ovunque in Fallout 76 e ne potrete costruire di vostri nel CAMP, e permettono di creare cibo, munizioni e anche qualche stravagante sostanza chimica. A proposito del CAMP, tutte le strutture che avete creato e la loro posizione può essere salvata, in modo da poter risparmiare tempo prezioso quando trasferirete il vostro accampamento.

Inutile dire che se volete sopravvivere nell’Appalachia post-apocalittica dovrete sfruttare le risorse a disposizione nel modo migliore possibile. I banchi da lavoro permettono anche di trasformare i materiali di scarto in materiali utili per la creazione di nuovi oggetti, alleggerendovi di tanto peso in eccesso.

Cucina e modifiche

Ricette e modifiche possono essere trovate esplorando la mappa. Per impararle dovrete aprire il vostro Pip-Boy e interagire con esse. Quando trovate una nuova pianta o un potenziale ingrediente, potreste imparare una nuova ricetta. Smontando un’arma modificata invece imparerete come creare quella particolare mod.

La main quest di Fallout 76 vi offrirà un’infarinatura generale di queste meccaniche, fate un po’ di pratica per conto vostro e diventerete dei sopravvissuti provetti. Ricordatevi che uno dei materiali più utilizzati è il legno, quindi cercate di accumularne quanto più possibile.

Viaggio Rapido

Il Viaggio Rapido in Fallout 76 richiede un pagamento in tappi, quindi vi conviene organizzare i vostri spostamenti con un pizzico di raziocinio. Potrete raggiungere qualsiasi luogo avete già visitato in passato e quelli dove si stanno svolgendo gli eventi pubblici. Ma ricordate, maggiore sarà la distanza da percorrere, più alto sarà il costo in tappi.

Per fortuna, il Viaggio Rapido è gratuito quando raggiungete il vostro Camp o un altro giocatore sulla mappa.

Personalizzare il vostro avatar virtuale

Vale la pena completare le sfide, specialmente se vi interessa accumulare punti Atom, che sono necessari per acquistare gli oggetti di personalizzazione cosmetica. Ne guadagnerete appunto giocando, oppure acquistandoli con soldi reali.

Inoltre, potete cambiare le fattezze del vostro personaggio, persino il sesso, in qualsiasi momento accedendo al menu principale e selezionando l’apposita opzione.

È un gioco online, non esiste la pausa

Fallout 76 è un gioco online. E nonostante per molti sia una cosa scontata, vale la pena ricordare che non esiste la “pausa”. Questo significa che ogni volta che aprite il Pip-Boy rischiate di venire assaliti da qualche nemico. Insomma, state attenti quando volete accedere all’inventario e imparate a sfruttare le shortcut del d-pad per evitare di accedere costantemente al Pip-Boy.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com