Sam Lake: “Fin dal principio, Max Payne 2 sarebbe stato l’ultimo capitolo sviluppato da Remedy”

By Marcello Ruina, venerdì, 9 novembre 2018 19:03 GMT

Remedy non ha sviluppato Max Payne 3 subito dopo il secondo capitolo, perché i diritti erano già in mano a Rockstar e Take-Two.

Una delle serie più famose, sviluppate da Remedy, è senza dubbio Max Payne. Il famoso sparatutto in terza persona ha contribuito a cambiare per sempre il mondo dei videogiochi, specialmente con l’introduzione della meccanica “Bullet Time“, una feature tutt’ora adottata in molti videogiochi e nata proprio dal titolo Remedy.

Sfortunatamente, i due capitoli di Max Payne sviluppati da Remedy non hanno mai fatto urlare al miracolo per quanto riguarda le vendite, per questo motivo, l’IP finì in mano a Take-Two e Rockstar e Remedy non ne realizzò un terzo titolo. Quell’onore l’ha avuto Rockstar stessa molti anni dopo, con Max Payne 3 nel 2012.

Furono veramente le scarse vendite di Max Payne ad impedire a Remedy di creare un nuovo sequel? Stando alle parole di Sam Lake, il responsabile dello studio, il destino della serie era già tutto calcolato.

P7

In un’intervista con Screen RantLake ha dichiarato che l’interruzione del franchise dopo Max Payne 2, non aveva nulla a che fare con le sue vendite relativamente inferiori. A quanto pare, infatti, i diritti dell’IP erano stati venduti a Take-Two subito dopo l’uscita del primo gioco. Come parte dell’accordo stipulato, era stato deciso che Remedy avrebbe sviluppato un altro titolo nella serie…e basta.

Dopo l’uscita del primo gioco, i diritti di proprietà intellettuale erano stati venduti a Take-Two e Rockstar, e parte dell’accordo era un accordo sul fatto che avremmo creato il sequel“, ha dichiarato Lake. “Quindi, sai, è stata una bella situazione. Abbiamo molta passione per Max Payne. È stato meraviglioso crearlo e prendere alcune idee dal primo e…Realizzare un seguito è molto divertente in molti modi. Ma, allo stesso tempo, era chiaro che questo sarebbe stato il gioco finale di Max Payne per noi. Ed è stato molto emozionante per noi, lavorare con questo pensiero in testa, dicendo addio. Quindi, dal punto di vista del creatore, quello era davvero un bel modo per andare.“.

Cosa ne pensate? Secondo voi Remedy avrebbe dovuto sviluppare il terzo Max Payne? Oppure vi è piaciuto di più il capitolo sviluppato da Rockstar?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com