Nintendo spiega perché Switch ha avuto poche killer application first party quest’anno

By Luca Paternesi, venerdì, 9 novembre 2018 22:43 GMT

Il presidente di Nintendo, Shuntaro Furukawa, ha spiegato il motivo per cui Switch ha ricevuto un numero minore di titoli importanti first party nel 2018.

Dopo un primo anno “col botto” è innegabile che il 2018 sia stato un anno leggermente più fiacco per Nintendo Switch con un numero minore di grandi uscite first party rispetto al primo fantastico anno di vita.

Nintendo

Parlando agli investitori il presidente di Nintendo, Shuntaro Furukawa, ha spiegato il motivo per cui Switch ha ricevuto un numero minore di titoli importanti first party nel 2018.

“L’anno fiscale precedente è stato il primo dopo il lancio di Nintendo Switch, e in quel periodo abbiamo pubblicato una serie di importanti titoli first party che hanno contribuito a sostenere la crescita di Nintendo Switch”, ha affermato Furukawa. “Se si confronta quest’anno all’anno scorso, stiamo ancora ovviamente pubblicando nuovi titoli, ma il volume delle uscite è su una scala inferiore rispetto allo scorso anno. Questo è vero. Lo sviluppo del software richiede molto tempo, quindi ci saranno inevitabilmente periodi durante il ciclo di vita dell’hardware in cui non saremo in grado di rilasciare nuovi titoli importanti. In quei momenti, ciò che dobbiamo fare è utilizzare una varietà di metodi diversi per colmare in tempi morti in cui non avremo la pubblicazione di titoli importanti. Lo facciamo continuando a promuovere la vendita di titoli rilasciati nell’anno precedente, rilasciamo nuovi contenuti aggiuntivi e cercando di rendere più appetibile l’hardware stesso.”

A proposito di Nintendo, lo sapevate che la major di Kyoto è alla ricerca di nuove figure professionali per lavorare alla serie The Legend of Zelda

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com