Il merchandise di Call of Duty include giocattoli destinati ai minori, per Activision è “una conseguenza del successo”

By Marcello Ruina, mercoledì, 10 ottobre 2018 19:16 GMT

Il publisher di Call of Duty, Activision Blizzard, ci tiene a ricordare che il merchandise ufficiale del gioco è destinato agli adulti, eppure…

Il fatto che Call of Duty sia un videogioco destinato ai ragazzi sopra i 18 anni di età, ma che esso venga giocato principalmente da bambini e marmocchi, è ormai una gag collaudata (e vera).

Il publisher Activision, nonostante questo dato di fatto, continua a sostenere che Call of Duty sia una serie destinata esclusivamente ai maggiorenni e questo include anche il suo merchandise ufficiale.

Ciononostante, in giro per il mondo è possibile trovare merchandise di terze parti, realizzato talmente bene da esser tranquillamente scambiabile per ufficiale, indirizzato per un pubblico giovanissimo.

Come GameIndustry fa notare, su Amazon è possibile trovare prodotti come felpe hoodie personalizzabili con Gamertag, destinati anche a bambini di 7 anni, oppure astucci da scuola con la cover art di Call of Duty 4: Modern Warfare.

Ecco quanto dichiarato da Philipe Bost, VP of international consumer products di Activision Blizzard:

Non sono ufficiali. Non faremo mai prodotti per minori di 18 anni. Sarà sempre per adulti, adulti, sicuramente per adulti. Il prodotto deve essere sempre per aduti. Call of Duty è destinato ai maggiori di 18 anni.“.

Call of duty

Purtroppo, c’è un piccolo problema: un prodotto ufficiale di Call of Duty per bambini esiste.

Si tratta dei giocattoli Mega Bloks. Fra questi, ne esiste una serie su licenza, dedicata proprio allo sparatutto di Activision.

Bost ha dichiarato che anche questi prodotti sono destinati agli adulti e che non essi sono disponibili per la vendita nei retailer generici o nei negozi di giocattoli. Invece, i negozi dove è possibile acquistarli, sono le stesse catene che vendono i videogame, come GameStop.

Sfortunatamente, anche qui è presente una anomalia: questi giocattoli sono chiaramente in vendita nei negozi Toys R Us canadesi e la confezione indica chiaramente che il prodotto è destinato ai bambini dai 10 anni in su.

Bost ha dichiarato che tutto ciò è “sfortunatamente” dovuto all’immenso successo della serie Call of Duty, ormai impossibile da contenere:

Call of Duty è il videogioco numero uno al mondo per il nono anno consecutivo. Con questo livello di successo, è difficile impedire tutto ciò, è una naturale conseguenza. Lavoriamo con molti partner e costruttori e tutte queste persone tengono sott’occhio il mercato e ci avvisano se vedono qualcosa di illegale. Non siamo solo noi a monitorare il mercato. Ma questa è una conseguenza del successo, anche se non è qualcosa che ci piace per forza.“.

Cosa ne pensate? Secondo voi Activision potrebbe avere il potere di rimuovere tutto questo merchandise “non ufficiale” se lo volesse? Per voi ci sono dei problemi se esistono giocattoli di Call of Duty, destinati ad un pubblico nettamente più giovane rispetto al videogioco?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com