Il capitano dei Vancouver Canucks ha proibito al suo team di giocare a Fortnite, definendolo una perdita di tempo

By Marcello Ruina, mercoledì, 3 ottobre 2018 19:22 GMT

Il capitano dei Vancouver Canucks vuole vedere i propri giocatori interagire fra di loro e guardare film insieme e non perdere tempo con Fortnite.

In una recente intervista, Horvat, capitano della squadra Vancouver Canucks, team della National Hockey League, ha dichiarato di aver proibito ai suoi compagni di squadra di giocare ai videogiochi, in particolar modo a Fortnite, durante le trasferte. Questo, per spingere su attività che faciliterebbero il teamwork.

Horvat ha dichiarato che preferirebbe vedere i suoi compagni ammirare i luoghi che visitano durante i tour, mangiare insieme, vedere i film insieme  e, generalmente, passare il tempo insieme. Tutto quello che non è “restare rintanato nella propria camera tutta la notte a non fare niente, come giocare a Fortnite, una vera perdita di tempo.”.

Il capitano ha dichiarato che, ovviamente, non ha mai giocato a Fortnite e non ha intenzione di farlo.

fortnite

Benché le intenzioni di Horvat siano comprensibili e giustificate, esistono alcuni casi in cui il titolo di Epic Games è stato accolto molto favorevolmente dai giocatori agonistici. Ad esempio, molte squadre della Football World Cup, dell’NBA e dell’NFL, ritengono si tratti di un modo per scaricare la tensione accumulata prima e dopo una partita.

Per altri, invece, si tratta soltanto di una pericolosa distrazione.

Cosa ne pensate?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com