Secondo il CEO di Storm in a Teacup, la potenza di PS5 e Xbox Scarlett non faciliterà la vita degli sviluppatori

By Marcello Ruina, martedì, 2 ottobre 2018 20:04 GMT

Le nuove console vanteranno sicuramente un hardware più potente, ma gli sviluppatori dovranno continuare ad investirci sempre più soldi.

La prossima generazione di console sarà, indubbiamente, molto più potente di quella attuale. Ma tutta questa potenza aggiuntiva faciliterà il lavoro degli sviluppatori, oppure complicherà le cose?

In un’intervista con Gamingbolt, il CEO di Storm in a Teacup, l’italiano Carlo Ivo Alimo Bianchi ha dichiarato che una maggiore potenza non aiuterà in alcun modo gli sviluppatori, anzi, farà soltanto insorgere un’altra serie di complicazioni:

Onestamente, non ho aspettative a parte l’ovvio: più potenza processuale, RAM più potente. Il problema è il business, già abbastanza duro. I giocatori vogliono sempre di più, anno dopo anno. Aggiungere più potenza aiuterà gli sviluppatori un pochino, ma di contro, sarà necessario un budget sempre più elevato.“.

ps4 xbox console

Il ragionamento non fa una piega: se si vogliono realizzare titoli sempre più grossi e tecnologicamente al passo con i tempi, per venire incontro alle richieste e alle aspettative (spesso spropositate) dei fan, serviranno sempre più soldi. E questo peserà sempre, sia negli studi indipendenti, che nei grandi uffici AAA.

Cosa ne pensate?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com