Secondo il governo irlandese, le loot box non sono equiparabili al gioco d’azzardo

By Antonio Izzo, lunedì, 1 ottobre 2018 14:34 GMT

In contrapposizione alle decisioni prese dai governi di Olanda e Belgio

In tempi recenti, paesi come l’Olanda e il Belgio hanno equiparato le loot box presenti in molti videogiochi al vero e proprio gioco d’azzardo. Per questo motivo, sono state dichiarate illegali nei rispettivi paesi. Publisher come Valve e Blizzard si sono visti costretti ad adeguarsi alle legislature rimuovendo le loot box da Counter Strike: Global Offensive e Overwatch.

L’Irlanda, tuttavia, sembra essere di tutt’altra opinione. Il ministro dello stato per il Dipartimento di Giustizia, David Stanton, ha dichiarato che le loot box non possono essere considerate una forma di gioco d’azzardo.

Il Dipartimento di Giustizia non può influenzare gli sviluppatori di videogiochi nella loro scelta di includere gli acquisti in-game”, ha dichiarato al Senato. Secondo lui, le loot box “rientrano nei limiti della legge per i consumatori”, piuttosto che in quella per il gioco d’azzardo.

“Se un titolo offre acquisti in-game – loot-box, costumi o simili – che vengono proposte ai giocatori come un modo per aumentare le loro probabilità di successo, si tratta semplicemente di attività di commercio o di e-commerce”, ha infine aggiunto. Cosa ne pensate al riguardo?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com