Anche la più recente versione di Denuvo è stata craccata

By Pablo Bernocchi, sabato, 15 settembre 2018 18:30 GMT

Sembrerebbe che anche la più recente versione del sistema anti pirateria Denuvo sia stata craccata dagli hacker.

Nemmeno l’ultima versione di Denuvo ha resistito all’assalto degli hacker, tanto che, visti i continui fallimenti del sistema anti pirateria e anti tamper che registriamo si potrebbe citare un sommo poeta definendo lo strumento come una nave sanza nocchiere in gran tempesta.

denuvo

Comunque, tralasciando i versi auilici, sembrerebbe che la versione di Denuvo che protegge giochi come Yakuza 0, Monster Hunter World e Dragon Quest XI – oltre a Shadow of the Tomb Raider, sia stata bucata, come afferma un gurppo di pirati informatici che ha detto di essere in grado di fare funzionare una copia pirata di F1 2018 che utilizza, appunto, l’ultima versione del software anti pirateria, Denuvo 4.9.

 

L’azienda era corsa ai ripari dopo che un l’hacker bulgaro aveva violato la protezione di Sonic Mania Plus. Tuttavia anche il nuovo sistema non ha avuto vita lunga.

Vi ricordiamo che la stessa società che produce il software ha affermato che il loro obiettivo è quello di proteggere le vendite iniziali dei videogiochi.

Fonte Dark Side of Gaming.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com