Pugno duro contro i videogiochi per combattere la miopia in Cina

By Pablo Bernocchi, sabato, 1 settembre 2018 08:59 GMT

Il governo cinese ha annunciato nuove misure contro i videogiochi per debellare il problema della miopia.

Brutte notizie per i videogiocatori in Cina. Come scrivono i nostri colleghi di Eurogamer il governo cinese ha annunciato nuove misure di contrasto alla miopia, sì avete letto bene – come scrive il dizionario che forse gli alti funzionari del governo di Pechino non hanno letto perché affetti da presbiopia , quel vizio di rifrazione dell’occhio, dovuto a particolari condizioni anatomiche oculari. Soltanto che la causa dell’aumento della popolazione miope nel paese del dragone è stata ricondotta all’eccessivo utilizzo dei videogiochi.

Come ha dichiarato il presidente cinese Xi Jinping, uno che non scherza affatto, le motivazioni che hanno spinto il governo ad agire è la salvaguardia della vista dei bambini perché, secondo le ultime ricerche effettuate, è emerso che una buona parte della popolazione cinese soffre di miopia. Le intenzioni del governo sono quelle di vigilare sul numero di videogiochi che sono pubblicati in Cina, intervenendo anche sul numero massimo consentito.

Inoltre sarà rivisto il sistema di classificazione locale e verranno anche introdotte misure per limitare il numero di ore massime che si potranno trascorrere davanti a uno schermo.

cina

Avete letto del destino di Monster Hunter World là in oriente?

Fonte Eurogamer.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com