Il rinvio di Battlefield V non è piaciuto agli azionisti: il titolo di EA crolla del 9%

By Antonio Izzo, venerdì, 31 agosto 2018 13:01 GMT

Il mercato azionario ha reagito male al posticipo di Battlefield V

Nella giornata di ieri, Electronic Arts ha annunciato di aver posticipato la data d’uscita di Battlefield V. Inizialmente fissata per il 19 ottobre, è stata spostata al 20 novembre.

I reali motivi che hanno spinto il colosso americano a prendere tale decisione non sono ufficialmente noti. La volontà di distanziarsi da Call of Duty: Black Ops 4 e Red Dead Redemption 2? L’arretratezza dello sviluppo di alcune componenti della produzione?

Fatto sta, che il mercato azionario non l’ha presa per nulla bene. Il titolo di Electronic Arts è letteralmente crollato e nelle ultime ore ha perso il 9,79%, una percentuale piuttosto rilevante.

Visto che verrà a mancare un intero mese di vendite, Electronic Arts si è anche vista costretta a ritoccare al ribasso del 6% le previsioni di incasso per l’attuale anno fiscale, calate a 5,2 miliardi di dollari.

Voi cosa ne pensate al riguardo? Siete dispiaciuti per il rinvio di Battlefield V? Ricordiamo che uscirà il 20 novembre su PlayStation 4, Xbox One e PC. L’inizio dell’Open Beta, invece, rimane fissato al 4 settembre.

Via

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com