FIFA 19: Le novità del Calcio d’Inizio 2.0 e del FUT – Anteprima

By Diego Conti, sabato, 4 agosto 2018 17:00 GMT

Dopo le novità relative al gameplay, è tempo di parlare del Calcio d’Inizio 2.0 e l’Ultimate Team di FIFA 19

Qualche giorno fa vi abbiamo potuto raccontare le novità relative al gameplay di FIFA 19: c’è tanta carne al fuoco per quanto riguarda la fase tattica, per non parlare poi del nuovo sistema di controllo. Oggi, finalmente, potremo condividere con voi le novità sul Calcio d’Inizio 2.0 e sul Fifa Ultimate Team.

Partiamo dal restyle del Kick Off 2.0. La sezione è stata rivista ed impreziosita da un gradevole ritocco grafico dell’HUD, oltre all’aggiunta di alcune nuove modalità. Si tratta di variazioni in salsa arcade, viste le regole “pazze” che le contraddistinguono.

La libertà di scelta assoluta del giocatore svolge un ruolo importante all’interno della nuova sezione, così come la possibilità di tenere sempre sott’occhio le nostre statistiche di gioco, oltre a permetterci di portare con noi i nostri settaggi ovunque noi andiamo. Il tracking statistico e le impostazioni saranno perciò legati al nostro profilo di gioco, ovunque giocheremo, anche a casa di un amico. Quindi, non perderemo più tempo a cambiare i nostri settaggi quando saremo lontani da casa, dedicando così più tempo al gioco e al divertimento, grazie alle varianti proposte dal team di EA Sports.

FIFA 19 Ultimate Team

‘Cezzionale!

Come trapelato nei giorni passati, possiamo finalmente confermarvi che FIFA 19 avrà la famigerata Survival Mode. No, niente aereo con cui gettarsi in campo e niente kill. Non si tratta di una battle royale, ma bensì di una simpatica rivisitazione dell’Ultimo Rimasto di FIFA Street.

Questa volta, però, scenderemo in campo con la nostra formazione al completo e le porte avranno la canonica misura regolamentare. Ad ogni goal, un nostro giocatore abbandonerà il campo, ma non sarà necessariamente il marcatore a doverci salutare. Infatti, saranno i difensori e centrocampisti (con annessa animazione dedicata all’uscita) a doversi fare da parte, lasciandoci così in inferiorità numerica, ma con i nostri attaccanti a disposizione. Ciò si traduce in un consumo importante della stamina dei giocatori rimasti in campo, che dovranno perciò tappare il buco lasciato dal compagno uscito dal campo. Pad alla mano, abbiamo faticato parecchio nel contenere gli avversari sul 2-0 a nostro favore, dato che abbiamo perso un difensore centrale ed un centrocampista, rendendo la sfida comunque appagante e divertente.

Il match terminerà dopo che uno dei due contendenti avrà raggiunto la quarta marcatura, oppure prematuramente nel caso in cui vengano assegnati due cartellini rossi a due giocatori per squadra. Certo, non si tratta della modalità che vi farà acquistare il gioco al Day One, ma è comunque una variazione sul tema piacevole e dai tratti particolarmente ignoranti che vi regalerà qualche momento di ilarità con gli amici, magari con una sfida in locale.

Le abilità non verranno però lasciate in secondo piano, vista l’introduzione dei Long Range e della Modalità Headers e Volley. Nella prima modalità, tutte le marcature fuori area varranno doppio, mentre i tiri dall’interno, varranno semplicemente uno. Invece, nella modalità Headers e Volley, varranno soltanto i goal segnati al volo.

Altra novità di rilievo è la modalità First To, un match dal risultato personalizzabile. La partita potrà terminare con un solo goal, oppure alla terza marcatura. La decisione spetta dunque ai giocatori in fase di creazione della partita, che potranno anche decidere di sfruttare l’advantage setting per ribilanciare le sorti degli incontri. Potremo infatti modificare la difficoltà della CPU avversaria per creare delle discrepanze volte ad aiutare i giocatori più casual che dovranno, ad esempio, affrontare dei giocatori ben più assidui e capaci. Di aiuti non avremo certamente bisogno durante i No Rules match, in cui potremo dare libero sfogo alle nostre aspirazioni da giocatori mancati di terza categoria. Niente falli, nessun fuorigioco… soltanto mazzate e divertimento.

Anche la Champions League avrà il suo spazio all’interno del Calcio d’Inizio 2.0 e, anche in questo caso, potremo personalizzare il torneo. Potremo giocare tutte le fasi della coppa, oppure soltanto la finale, disputando magari un match di andata ed uno di ritorno. La licenza UEFA è stata perciò integrata a tutto tondo all’interno del gioco e sarà perciò liberamente fruibile a seconda dei gusti dei giocatori.

FIFA 19

Proprio Lui… Brivido!

Il FUT è sicuramente la modalità più popolare di FIFA e presenta diverse implementazioni annuali. La prima, che sicuramente sposterà più equilibri di Bonucci al Milan, è quella dell’implementazione delle Dynamic Tactis. La maggiore profondità tattica avrà un grande impatto sul FUT (come abbiamo avuto modo di spiegarvi nella prima parte della nostra anteprima), visto che dovremo soppesare attentamente tutte le nostre scelte.

Scelte sempre più importanti, dato che le Season Online sono state rimpiazzate dalle Division Rivals. Come cambia la modalità? Si giocheranno dei match di piazzamento, per poi essere assegnati ad una divisione di partenza. Le vittorie ci faranno salire, ma il focus sarà sulle weekly competitons. Ogni match ci farà guadagnare o perdere posizioni nella leaderboard, dandoci la possibilità di scegliere tra due carte FUT di ricompensa. L’accesso alla Weekend League sarà perciò regolato dall’assegnazione dei punti in base a come giocheremo, senza dover passare dai 4 turni come nel precedente capitolo.

E se non avremo tempo per giocare durante il fine settimana, potremo conservare i Champions Points per poterli riutilizzare nelle settimane successive. Per chi non riuscirà a centrare la qualificazione e volesse carpire i segreti dei campioni, EA ha migliorato in maniera significativa il Champions Channel, permettendoci di vedere le sequenze di tasti utilizzati in ogni momento dai giocatori. Una visione più approfondita dei replay, che ci permetterà di muoverci facilmente su e giù per la timeline per imparare in maniera intuitiva le mosse giuste.

Il tutto sarà presentato dal nuovo pack flow manager, le nuove animazioni in fase di apertura dei pacchetti e dei nuovi modelli 3D per le immagini dei giocatori, ora più profondi e gradevoli alla vista. EA ha svelato proprio ieri le prime due nuove Icon per l’edizione 2019 dell’Ultimate Team: si tratta di Roberto Baggio e Fabio Cannavaro, due palloni d’oro d’eccellenza, mentre tutto il resto verrà svelato in diretta sul canale ufficiale Twitch in giornata.

Insomma, FIFA 19 si presenta al pubblico con una mole di contenuti inedita che farà la felicità di chi vorrà semplicemente passare dei momenti divertenti con gli amici in locale o online, oppure concentrarsi anima e corpo sul FUT in tutta la sua interezza.

FIFA 19 scenderà in campo il prossimo 25 settembre in versione Champions Edition e per tutti gli altri dal 28 settembre in versione standard per PlayStation 4, Xbox one, PC, Nintendo Switch e le mai dimenticate PlayStation 3 e Xbox 360.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com