Sekiro: Shadows Die Twice non è figlio di Dark Souls ma un gioco con le sue basi secondo lo sviluppatore

By Pablo Bernocchi, venerdì, 3 agosto 2018 17:06 GMT

Lo sviluppatore di Sekiro: Shadows Die Twice non vuole che il nuovo gioco venga considerato figlioccio di Dark Souls. Anche se la testa mozzata… non cade lontano dal corpo decollato.

Dopo avere parlato di un possibile New Game Plus mode in Sekiro: Shadows Die Twice, il presidente di From Software, Hidetaka Miyazaki, ha voluto sottolineare tutte le differenze che ci saranno tra i titoli della serie Dark Souls e il loro prossimo gioco.

Secondo Miyazaki, che naturalmente non si nasconde dietro un dito e ha ammesso che From Software ha imparato molto sia da Dark Souls che da Bloodborne, con Sekiro hanno deciso di re-inventare la formula che li ha resi celebri dalle fondamenta.

Sekiro

“Sekiro non è stato creato per essere l’evoluzione della serie Souls” ha detto. “Il suo sviluppo possa su solide basi. Anche se la formula del gioco sarà diversa da Dark Souls, comunque non significa che non abbiamo deciso di ‘importare’ nulla da quella serie a questo gioco.”

Infatti la filosofia dello studio rimane la stessa: “Avere un protagonista ‘fisso’ ci permette di costruire la storia attorno a lui e fare ruotare i personaggi principali attorno a lui. Speriamo che la trama, almeno all’inizio’ sia facile da comprendere. La nostra filosofia generale comunque non è troppo cambiata. Si tratta di un puzzle che il giocatore dovrà ricomporre.”

Vi ricordiamo che il gioco si può già prenotare.

Fonte.

 

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com