Super Bomberman R: saltare in aria in compagnia è ancora più divertente – recensione

By Antonio Izzo, giovedì, 2 agosto 2018 12:57 GMT

Dopo un lungo periodo di esclusività per Nintendo Switch, Super Bomberman R approda anche su PC, PlayStation 4 e Xbox One conservando intatta tutta la sua verve.

Super Bomberman R ebbe il privilegio e l’onere di accompagnare il lancio di Nintendo Switch più di un anno fa. L’ennesimo titolo della pluridecennale serie creata da Hudson Soft tornò alle origini, proponendo un’esperienza più fedele ai canoni della serie che gli permise di riscuotere un cospicuo successo tra i fan storici e i nuovi arrivati, sebbene l’offerta di lancio lasciasse piuttosto a desiderare.

Konami non ha però abbandonato la sua creatura, continuando ad espanderla nei mesi successivi con nuovi personaggi, mappe e modalità. Super Bomberman R è così arrivato anche su PlayStation 4, Xbox One e PC nella sua forma più completa in assoluto.

Una galassia da salvare a colpi di bombe

La serie si è sempre distinta per un’anima spiccatamente competitiva, ma Super Bomberman R mette a disposizione anche un’interessante Modalità Storia, giocabile anche assieme ad un amico in locale. La trama è narrata attraverso dei simpatici intermezzi animati, tutti molto curati. Il perfido imperatore Buggler minaccia l’intero universo e spetta agli 8 fratelli Bomberman salvarlo, ovviamente a colpi d’esplosioni.

I più esperti non impiegheranno più di qualche ora a completare i 40 livelli suddivisi in 5 mondi, ma la campagna ha il pregio di proporre situazioni sempre stimolanti e innumerevoli variazioni sul tema che riescono a tenere alta l’attenzione del giocatore. Immancabili anche gli scontri con i boss, la componente meglio riuscita della campagna. Sono tutti suddivisi in due fasi e richiedono una certa dose di tattica e comprensione delle meccaniche di gioco.

I tre livelli di difficoltà selezionabili (Principiante, Pratico ed Esperto) incidono sul numero di vite e la difficoltà di nemici/boss, e permettono calibrare la sfida in base ad ogni tipo di esigenza. La campagna, a conti fatti, assolve perfettamente al suo compito: divertire e preparare i giocatori per i campi di battaglia multiplayer, dove Super Bomberman R dà il meglio sé.

In compagnia è uno spasso

In Super Bomberman R è possibile sfidarsi in due distinte modalità multigiocatore. La prima, è la classica e divertentissima Battaglia, qui in grado di supportare fino ad un massimo di 8 giocatori in contemporanea, sia in locale che online.

Le regole sono ampiamente personalizzabili e permettono di creare situazioni sempre varie e divertenti. È possibile giocare in squadre oppure tutti contro tutti, scegliere se abilitare o meno le abilità speciali degli alter ego bombaroli e intervenire su molti altri parametri. Con la giusta compagnia, questa modalità può diventare praticamente infinita.

La seconda è il Gran Premio. Grande assente al lancio su Nintendo Switch, venne pubblicata solo molti mesi dopo con un aggiornamento gratuito. Fortunatamente per i nuovi giocatori, è ora inclusa di base in tutte le edizioni. Qui il gioco di squadra diviene fondamentale: le battaglie, sia locali che online, vengono giocate tra due team composti da a un massimo di 3 giocatori ciascuno, e si sviluppano in due round.

Oltre al set di regole Base di Bomberman, che prevede la vittoria del team che mette a segno più uccisioni, è possibile optare anche per Posti di Controllo, in cui bisogna combattere per prendere il controllo di determinate zone, e Cristalli, in cui trionfa la squadra che raccoglie più cristalli.

Il Gran Premio fa chiaramente il verso agli eSport, e sebbene non sia mai riuscito ad affermarsi seriamente nel panorama competitivo, aggiunge ulteriore pepe e divertimento alle serate con gli amici. Insomma, si delinea un’offerta multigiocatore di tutto rispetto, capace di intrattenere per molte ore.

Ospiti d’eccezione

Le nuove edizioni del gioco per PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch includono tutti i contenuti originali e quelli pubblicati successivamente alla pubblicazione su Nintendo Switch. Ognuna di esse si distingue tuttavia per la presenza di un personaggio aggiuntivo esclusivo. Sulla console di casa Sony c’è Ratchet (con l’immancabile Clank in spalla, ovviamente), mentre su One l’iconico Master Chief della saga di Halo. I giocatori Steam possono invece giocare nei panni di P-Body di Portal 2.

I tre vanno ad unirsi ad un nutrito cast di personaggi comune a tutte le edizioni, che include anche alcune stelle della galassia Konami. Tra gli altri, ci sono Dracula e Simon Belmont di Castlevania, il mech Jehuty di Zone of the Enders e Pyramid Head di Silent Hill.

Questi, come tutti gli altri personaggi, gli oggetti di personalizzazione e le mappe aggiuntive, possono essere sbloccati nel negozio di gioco con le monete ottenibili partecipando alle differenti modalità. Una gradita opportunità che aggiunge ulteriore pepe alla progressione e stimoli per giocare.

Conclusioni

Il comparto tecnico della produzione non stupisce, ma è perfettamente funzionale allo scopo. È coloratissimo, piacevole da vedere e, soprattutto, è ancorato ai 60fps su PlayStation 4 (versione da noi testata), caratteristica fondamentale per un titolo arcade di questa tipologia.

Super Bomberman R si configura quindi come un acquisto estremamente consigliato per tutti coloro che amano divertirsi in compagnia, meglio ancora se sullo stesso divano o nella medesima stanza.

La formula di gioco, sostanzialmente intatta da più di 30 anni, continua a funzionare a dovere ed è qui arricchita con nuove meccaniche. Anche gli amanti del single player troveranno pane per i loro denti grazie ad una campagna curata, sebbene non molto longeva. Il prezzo budget al quale è venduto, inoltre, non può che rappresentare un ulteriore stimolo all’acquisto.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com