Abstractism, uno dei numerosi indie presenti su Steam, nasconde un miner di criptovalute

By Giovanni Panzano, lunedì, 30 luglio 2018 15:08 GMT

Abstractism è solo l’ultimo esempio degli scarsi controlli effettuati sui titoli in vendita sulla piattaforma Valve.

Si chiama Abstractism ed è un banale platform che ha debuttato su Steam lo scorso marzo.

Il titolo, però, nasconde qualcosa di molto grave e che è stato scoperto solo di recente da alcuni utenti. Sembra infatti che il gioco implementi un miner di criptovalute che, all’avvio del gioco, mette sotto pressione GPU e CPU per generare delle valute virtuali.

Il processo legato a questo fenomeno è stato abilmente mascherato con il nome di uno di quelli di Steam, con l’unica differenza che l’eseguibile in questione sia posizionato nella cartella di gioco e non in quella del client Valve.

Lo sviluppatore del gioco ha negato tutto in risposta ad una delle recensioni che parlavano del malware, sostenendo che gli effetti di rendering del gioco provochino gli sforzi a scheda video e processore.

Come se non bastasse, il gioco implementa degli oggetti dell inventario con nome, descrizione e immagini identiche a quelli di Team Fortress 2, in modo da ingannare gli utenti.

Insomma, ancora una volta si parla di Steam e dei sempre più scarsi controlli sui giochi in vendita nonostante le promesse.

Cosa ne pensate?

Fonte.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com