HTC Vive risponde alle dicerie sulla morte della VR, sostenendo che le vendite sono basse a causa delle scorte ristrette

By Marcello Ruina, venerdì, 27 luglio 2018 19:17 GMT

HTC sostiene che la VR non è prossima alla morte e indica le scorte ristrette come la principale causa delle vendite poco soddisfacenti.

In risposta ad un articolo su Digital Trends, dove si discuteva delle scarse vendite dei visori VR e del declino della “moda” realtà virtuale, HTC ha pubblicato un post sul proprio blog, nel quale dichiara che “siamo solo agli inizi”.

Stando a quanto illustrato da HTC, le vendite scarse non sarebbero indicative del declino della realtà virtuale: si vendono pochi visori, semplicemente perché le ristrette scorte si esauriscono rapidamente.

VIVE ha registrato una rapidità nelle vendite estremamente elevata nelle ultime settimane e abbiamo già esaurito le scorte. Per un prodotto elettronico di consumo al terzo anno di vendita, si tratta di un andamento senza precedenti. Non preoccupatevi comunque, stiamo aumentando la produzione dell’originale VIVE e nuove unità continueranno ad essere disponibili online e nei negozi retail nelle prossime settimane.“.

htc vive

HTC resta quindi ottimista sul futuro della realtà virtuale, dichiarando che le persone stanno finalmente iniziando a comprendere i vantaggi di queste periferiche.

Ci vuole tempo per lanciare una nuova tecnologia. Siamo lieti che siate qui e che abbiate investito in questo viaggio insieme a noi.“.

Cosa ne pensate? Secondo voi la VR è veramente in declino? Oppure ritenete che sia solo una partenza lenta?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com