Denuvo denuncia Voksi, l’hacker bulgaro che ha violato la protezione di Sonic Mania Plus

By Claudia Marchetto, giovedì, 26 luglio 2018 12:49 GMT

Nella guerra contro la pirateria Denuvo sembra avere il sopravvento, poiché la società ha deciso di denunciare il gruppo di hacker REVOLT e in particolare Voksi.

Voksi, leader del gruppo di hacker bulgaro REVOLT, ha recentemente confermato che non lavorerà più alla violazione di Denuvo. La società infatti lo ha citato in giudizio e le autorità bulgare hanno sequestrato il suo PC personale. Ecco quanto si legge dalla dichiarazione ufficiale.

denuvo

Un uomo bulgaro di 21 anni che si fa chiamare Voksi è il presunto responsabile di una serie di hacking di giochi che utilizzano Denuvo. Voksi è stato arrestato dalle autorità bulgare grazie ad una collaborazione con Irdeto.

A seguito di una prima indagine da parte di Irdeto sull’hacking del software anti manomissione di Denuvo, i risultati sono stati trasmessi all’Unità di criminalità informatica bulgara che ha portato ad un raid in un locale di Dimitrovgrad, in Bulgaria, martedì. Durante il raid, computer e altri oggetti sospettati di essere stati utilizzati nella pirateria di una serie di titoli sono stati sequestrati dalla polizia“.

La pirateria è una minaccia ormai consolidata nel settore dei giochi e noi ci concentriamo sulla sicurezza dei contenuti degli editori, assicurandoci che gli hacker non possano distorcere l’ambiente di gioco per guadagno personale a scapito degli altri giocatori“, ha dichiarato Mark Mulready, Vicepresidente di Cybersecurity Services. “La rapida azione della polizia bulgara su questo argomento dimostra il potere della collaborazione tra forze dell’ordine e fornitori di tecnologia e che la pirateria è un reato grave su cui continueremo ad agire“.

Voksi aveva recentemente violato Denuvo su Sonic Mania Plus, accusando SEGA di non aver implementato a dovere la tecnologia anti manomissione.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com