In seguito al licenziamento, l’ex-scrittrice di Guild Wars 2 ha accusato i capi di sessismo

By Giovanni Panzano, martedì, 10 luglio 2018 15:20 GMT

L’ex scrittrice di Guild Wars 2 sostiene di essere stata licenziata senza preavviso e di essere vittima di sessismo.

Si continua a parlare della vicenda legata ai 2 licenziamenti degli sviluppatori di Guild Wars 2, colpevoli di aver battibeccato sui social con alcuni fan del gioco di ruolo.

Questa volta è Jessica Price, una dei due membri del team a non avere più un lavoro, a parlare di ciò che è successo. La Price non solo sostiene che il licenziamento sia avvenuto senza preavviso, ma anche che l’azienda non abbia mai dato precisi ordini sul comportamento da adottare sui social.

Non a caso la scrittrice ha pubblicato un tweet piuttosto cattivo sulla morte di TotalBiscuit e ArenaNet non ha detto una sola parola a riguardo.

La donna ha poi accusato il proprio capo di sessismo:

“Tutto ciò ha ben poco di professionale. Non c’erano ragioni perché lui fosse lì. Voleva semplicemente vendicarsi e aveva il potere di dare ordini ad una donna per fare in modo che rimanesse lì mentre poteva danneggiarla, quindi l’ha fatto. Poi se n’è andato, ha preso la mia roba dalla scrivania e un addetto ha ritirato la mia scheda d’identificazione.”

Nel frattempo ArenaNet sostiene che i suoi dipendenti rappresentino la compagnia anche sui propri profili privati e non è intenzionata a tornare sui propri passi.

Cosa ne pensate?

Fonte.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com