Metro Exodus non sarà un open world: gli sviluppatori spiegano il perché

By Giuseppe Carrabba, sabato, 7 luglio 2018 11:48 GMT

Huw Beynon di Deep Silver ha parlato con i colleghi di GamingBolt a proposito del nuovo Metro Exodus e dell’operato dei ragazzi di 4A Games.

Gli sviluppatori di Metro Exodus stanno tentando di bilanciare la libertà d’esplorazione con l’importanza della narrazione, in pieno stile Metro.

Metro Exodus

“Stiamo per prima cosa creando un titolo della serie Metro e dobbiamo rispettare la formula. I fan della serie si aspettano una storia molto potente dal gioco. I titoli a mondo aperto talvolta possono cozzare con questa filosofia, perché distraggono il giocatore con un gran numero di missioni secondarie. Abbiamo cercato di creare un ibrido che mantenesse la minaccia incombente, il sentiero critico e una storia in grado di coinvolgere i giocatori”.

“La libertà d’esplorazione, il backtracking, abbiamo cercato di inserirli organicamente nel gioco. Detto questo, abbiamo evitato le missioni riempitive e di contorno”.

Metro Exodus, lo ricordiamo, arriverà il 22 febbraio 2019 su PS4, Xbox One e PC.

Fonte: Gamingbolt.com

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com