Il nuovo Resident Evil 2 non è un remake: Capcom ci spiega il perché

By Antonio Izzo, venerdì, 6 luglio 2018 12:02 GMT

Non chiamatelo remake!

Capcom ha deciso di non utilizzare la dicitura remake nel titolo del nuovo Resident Evil 2, in sviluppo per PlayStation 4, Xbox One e PC. Come mai?

Il motivo lo ha spiegato Mike Lunn, brand manager di Capcom, nel corso di un’intervista concessa a GamingBolt. “Non sarà fedele al 100%“, ha dichiarato. “Ci sono persone che lo hanno giocato una sola volta, e altre che lo hanno fatto migliaia di volte perché è il loro titolo preferito. Vogliamo che si riveli un’esperienza originale anche per questi ultimi. È il motivo per cui non lo chiamiamo Resident Evil 2 Remake. È un gioco nuovo, costruito a partire dalle sue fondamenta”.

Gli sviluppatori hanno modificato gli incontri con alcuni nemici, come il Lurker nella stazione di polizia. Lo hanno re-immaginato, non si sono limitati a posizionarlo in un altro punto dell’edificio. Non vogliono che sia prevedibile poiché l’obiettivo è quello di spaventare anche i giocatori storici. “Non vogliamo che sappiate come risolvere i puzzle o dove si troveranno esattamente i nemici. Vogliamo sorprendervi. Per cui abbiamo cambiato un bel po’ di cose. L’idea principale e la storia saranno simili ma, anche in questo caso, ci saranno delle sorprese”.

In sostanza, anche se il punto di partenza è il medesimo, il titolo sarà molto differente dall’originale. Verranno anche incluse aree nuove di zecca. Cosa ne pensate di quest’approccio? Credete che Capcom abbia fatto bene ad eliminare la dicitura remake? Resident Evil 2 uscirà su PlayStation 4, Xbox One e PC il 25 gennaio 2019.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com