Dark Souls Remastered – Come superare la Fortezza di Sen

By Giovanni Panzano, mercoledì, 27 giugno 2018 19:29 GMT

In questa guida di Dark Souls Remastered vi aiuteremo a superare nel migliore dei modi la Fortezza di Sen.

Questa pagina fa parte della nostra Guida di Dark Souls Remastered dove troverete tutto quello che vi serve sapere per completare il vostro viaggio a Lordran.

Arrivate alla Fortezza di Sen dal falò situato nella torre di Andrei il Fabbro, nella Cattedrale dei Non Morti. Al momento dovreste avere due tizzoni (il Divino e quello Grande), dateli entrambi ad Andrei e valutate l’idea di potenziare qualche pezzo d’equipaggiamento.

Dal falò cercate una porta che conduce ad un grande ponte che collega la torre ad una grossa struttura conosciuta come la Fortezza di Sen. Dopo aver suonato entrambe le campane le porte si apriranno, quindi andate lì.

Appena entrati fate attenzione al pavimento, alcune piastrelle in rilievo indicano la presenza di trappole. Andarci sopra le attiverà e dalle pareti verranno sparate delle frecce. Ci sono anche due Serpenti Guerriero in questa stanza. Il consiglio è di attirarli uno alla volta. Continuate fino a raggiungere il ponte con le asce che oscillano.

Facoltativo: Se guardate in basso noterete un’area con un Demone della Titanite. Quello non è l’unico Demone della Titanite che si trova lì sotto, quindi preparatevi bene se volete i loro drop. Nel caso la caduta fosse mortale per il vostro personaggio, vi consigliamo di utilizzare qualche incantesimo per ridurre il danno da caduta. Assicuratevi anche di avere l’Anello di Ferro Arrugginito equipaggiato.

Prendetevi il vostro tempo, ma tenete alto lo scudo. Potreste essere colpiti dal Mago Serpente in alto a sinistra. Se non avete possibilità di attaccarlo con frecce o incantesimi, limitatevi a bloccare i suoi colpi con lo scudo (lo Scudo dell’Aquila andrà bene) e continuate fino ad essere sotto al ponte perpendicolare a quello sul quale vi trovate. Eliminate il nemico, proseguite fino alla fine del ponte e salite sulle scale a sinistra. Ora dovrete attraversare un altro ponte e affrontare il Mago Serpente (se non l’avete già eliminato prima).

Fate attenzione alla trappole sul pavimento alla fine del ponte (di fronte al forziere). Andarci sopra attiverà una trappola con delle frecce infuocate che verranno sparate dalla parete di fronte a voi.

Continuate sull’altro ponte, ma prima di oltrepassare la porta fate attenzione al grosso masso che rotola giù ad intervalli di tempo regolari. State davanti alla porta e andate a sinistra appena la roccia rotola giù. C’è una porta con la nebbia lì, ma non oltrepassatela ancora. Continuate per le scale. Dentro la stanza in cima troverete l’Anello della Protezione d’Acciaio, che aumenta sensibilmente la difesa fisica.

Ora tornate indietro e andate in cima alle scale. Invece di scendere e attraversare la nebbia a destra, saltate giù sul lato sinistro delle scale. Se cadete dalla cima delle scale, atterrerete su un cadavere con un drop, una lama curva chiamata Shotel. Scendete ancora per trovare Seigmeyer di Catarina, che era precedentemente seduto all’entrata di Sen’s Fortress prima che il cancello fosse aperto. Parlategli più volte, poi procedete alla fine del percorso e attraversate la nebbia.

Fate attenzione alla trappola sul pavimento all’ingresso. Stando sul fianco sinistro o destro non verrete colpiti dalle frecce. In cima alla piccola rampa di scale troverete altri massi che rotolano. Andate a destra per vedere meglio le rocce che rotolano giù dalle scale. Appena ne passa una salite subito le scale e, invece di entrare nella porta a destra, buttatevi giù sul lato sinistro (potreste dover rotolare per raggiungere la piccola sporgenza).

Ora vi trovate su delle tavole di legno con un Mago Serpente. Eliminatelo e cercate nel cadavere lì vicino. Attraversate la porta vicino al cadavere. Arriverete in una stanza con l’Armatura dello Stregone Nero e l’incantesimo Silenzio. Aprite la porta di metallo sopra di voi, poi ritornate alle tavole di legno. Procedete attraverso il buco nella parete e poi tra le barre di metallo rotte. In questa zona troverete l’Anello del Drago Dormiente, che rende i vostri movimenti silenziosi.

L’unico modo per tornare sani e salvi indietro è di gettarsi di sotto sul ponte. Tornate indietro attraverso la porta con la nebbia fino alla seconda sezione con i massi che rotolano. Questa volta dovrete scendere le scale ed entrare in una piccola stanza a sinistra. Lì c’è un forziere, ma fate attenzione. Si tratta di un Mimic. Non apritelo, ma attaccatelo e, una volta eliminato, prendete il drop. Non si tratta di un combattimento difficile, ma dovrete essere attenti ed evitare la sua presa. Lascerà cadere una Lancia del Fulmine: un’arma molto potente che permette di attaccare con lo scudo alzato. Usate l’ascensore per ritornare indietro. Fate attenzione a scendere al momento giusto, altrimenti continuerà a salire fino a farvi finire in una trappola.

Salite le scale attraverso il cancello di metallo e fermatevi al ponte stretto. Guardate a destra. Scendete e correte sulle scale per raggiungere la sala di controllo delle rocce. Attivate la leva. Fate scendere un paio di massi, che andranno verso il serpente che dormiva appoggiato alla parete, e attivatela di nuovo. Questo creerà un passaggio nel muro.

Attraversate il muro appena rotto per trovare lo stregone Logan Grancappello in una gabbia a destra. Avrete bisogno della Chiave Universale (o della chiave della gabbia, che troverete dopo) per liberarlo. Una volta libero si sposterà al Santuario del Legame del Fuoco, dove venderà incantesimi. Prendete l’anima di un eroe dall’altra gabbia.

Ritornate la sala di controllo delle rocce. Puntate la trappola lancia massi verso la discesa che in precedenza vi aveva portato alla stanza con il mimic. Fate scendere un po’ di massi e poi cambiate la direzione della trappola. Scendete e il buco nel pavimento sarà stato riempito dai massi che avete fatto scendere, permettendovi di avanzare e trovare l’Anello d’oro del Serpente che aumenta la vostra probabilità di trovare oggetti dai cadeveri dei nemici fino a 200.

Ritornate alla sala di controlle delle rocce e cercate un piccolo passaggio che porta a un lungo corridoio con una trappola nel pavimento. Salite sulla trappola e immediatamente tornate indietro, in modo da evitare tutte e quattro le frecce che verranno scagliate.

Arriverete ben presto a un ponte stretto con tante trappole a forma d’ascia che vi faranno cadere di sotto se vi colpiranno. La cosa migliore è scattare attraverso di esse azzeccando il giusto tempismo. Una volta arrivati all’altro lato, fate attenzione al nemico che sbucherà da destra e quello che arriverà dalle scale sulla sinistra. Ripulite l’area prima di salire.

Sarete arrivati a un altro ponte con le trappole ad ascia, ma questa volta dovrete fare anche attenzione al Mago serpente sulla sinistra che continuerà a scagliarvi incantesimi. Potete correre all’impazzata, ma prima vi consigliamo di far fuori il nemico con magie o armi a distanza. Una volta attraversato il ponte, salite le scale alla vostra destra e attraversate la nebbia.

 

Girate a destra e salite le scale. Procedete su questo percorso finché non arriverete a uno scrigno che contiene l’Anello Pietra della Fiamma. Ritornate a dove era la nebbia e dirigetevi a sinistra salendo le scale. Noterete che nel muretto davanti a voi manca una sezione, scendete da qui e troverete un Falò. Riposatevi e tornate dove eravate prima.

Opzionale: Procedendo, noterete un percorso che porta a un gigantesco Cavalaliere con Scudo a Torre. Non c’è molto margine di manovra qui, il che rende questo scontro potenzialmente difficile se non usate la magia. Provate a mantenere la distanza attaccando con frecce o magie oppure provate ad aggirarlo costantemente colpendo dopo aver usato la sua mazza.

 

Scendete dalla scala nelle vicinanze e avvicinatevi alla torre di fronte a voi. Vi imbatterete in Ricard, un NPC ostile. Sconfiggetelo e otterrete il suo stocco. Nella stanza in cima alla torre troverete due scrigni. Uno contiene una Benedizione Divina mentre l’altro un Anello Raro del Sacrificio.

Una volta che sarete tornati dove avete ucciso il Cavaliare con Scudo a Torre, potrete rimettervi in viaggio. Ci sarà un Gigante in alto che lancerà delle bombe esplosive. L’intervallo tra una e l’altra è piuttosto ampio, quindi sfruttatelo a vostro vantaggio. Se vi serve di riprendere fiato, aspettate sulle scale (lì le bombe non vi colpiranno).

Superata questa imboscata esplosiva noterete una torre alla vostra sinistra. Potrete saltare oltre lo strapiombo per entravi. All’interno troverete un mercante e, ancor più importante, la Chiave della Gabbia in uno scrigno nel piano inferiore. Una volta preso tutto quello che vi serve, saltate di nuovo e procedete verso destra.

Le due gabbie di fronte a voi possono essere sbloccate e usate per tornare all’entrata della Fortezza di Sen. Salite su di una di esse per attivarle e avere sempre a disposizione un utile scorciatoia. A proposito prima di procedere non è una cattiva idea tornare in forma umana per la boss fight che vi attende. Quando siete pronti, tornata in cima all’ascensore.

Salite la torrre fino ad arrivare ad un arciere corrazzato. Prima di procedere attraverso la nebbia e affrontare il boss, andate a destra nella torre nelle vicinanze. Se siete umani, noterete il segno di evocazione del Cavaliere Tarkus. Evocatelo, vi darà una mano.

Boss: Golem di Ferro

Se avete delle magie offensive, questo scontro sarà piuttosto semplice. Vi basterà bersagliarlo con attacchi a distanza. In alternativa vi basterà passare sotto le sue gambe e colpirlo alle caviglie, allontanandovi quando necessario per evitare i suoi fendenti. Se Tarkus sarà con voi, potrebbe stordire il nemico. Quando ciò accade date tutto ciò che avete e abbattete il boss.

Una volta sconfitto usate il cerchio di luce per essere trasportati ad Anor Londo.

Questa pagina fa parte della nostra Guida di Dark Souls Remastered dove troverete tutto quello che vi serve sapere per completare il vostro viaggio a Lordran.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com