Battlefield V: il web si lamenta per la presenza delle donne in un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale

By Claudia Marchetto, giovedì, 24 maggio 2018 10:37 GMT

La presentazione di Battlefield V è piaciuta a moltissimi fan, ma purtroppo qualcosa ha fatto storcere il naso ad alcuni: la presenza delle donne!

All’interno di Battlefield V c’è una donna come protagonista, ci sono donne sul poster e addirittura nel trailer! E tutto ciò per alcuni è inammissibile!

Per chi non avesse a che fare ogni giorno con i social, vi spieghiamo cosa sta succedendo in queste ore. Nella giornata di ieri sono state svelate le prime informazioni di Battlefield V, come la modalità Co-Op, le Grand Operations ed il ritorno delle War Stories. Tuttavia alcune persona si sono lamentate per la presenza di donne e uomini di colore nella Seconda Guerra Mondiale.

Battlefield V

E’ avvilente vedere come molte persone non sappiano che le donne durante il secondo conflitto mondiale, hanno prestato servizio nelle forze armate. Molto spesso come figure di supporto, ma ad esempio le donne sovietiche hanno partecipato in prima linea al combattimento.

La parola che sta sulla bocca di queste persone è “accuratezza storica“. DICE non ha mai fatto dell’accuratezza storica la sua bandiera e nemmeno questo titolo si può dire che si attiene alle vicende storiche. Nella storia dei videogiochi questo raramente accade. Per ricostruire in modo storico un gioco ci vogliono anni, studi sugli usi e costumi dell’epoca, sulle credenze, sulla lingua e così via.

A quelli che reclamano l’accuratezza storica non importa vedere un personaggio che esce dalla finestra del secondo piano di una casa totalmente illeso senza arti spezzati. Non importa che le strade europee vengano ricreate perfettamente o che i dettagli delle uniformi siano coerenti con la storia. Questi sono compromessi accettabili perché è un videogioco.

Eppure un così insignificante dettaglio che non ha nessun impatto con il gameplay, l’introduzione di una donna o di soldati di colore, mina le certezze di questi giocatori.

Lo ripetiamo ancora una volta: Battlefield non è e non è mai stato un gioco che si attiene all’accuratezza storica. E’ sempre stato un gioco che permette alle persone di oggi di usare la guerra come campo da gioco. E se DICE ha voluto allargare le possibilità anche alle donne e ai neri, allora è una cosa fantastica, sotto tutti gli aspetti.

Vi lasciamo con questo ultimo tweet che racchiude il pensiero (per fortuna) di molti.

Battlefield V mostra il trailer e molte persone si lamentano perché ci sono donne. Seriamente. Tornate a vivere in una caverna, visto che avete degli atteggiamenti da cavernicoli!“.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com