Scoperta una falla di sicurezza di Nintendo Switch che potrebbe seriamente favorire la pirateria

By Antonio Izzo, martedì, 24 aprile 2018 12:46 GMT

Una falla appena scoperta in Nintendo Switch potrebbe spianare la strada alla pirateria

Nei mesi scorsi l’hacker Katherine Temkin scoprì una seria falla di sicurezza in Nintendo Switch. Successivamente ha lavorato con il team ReSwitched per studiarla e documentarla, e nelle scorse ore abbiamo scoperto nuovi dettagli al riguardo.

L’exploit è stato battezzato Fusée Gelée ed è legato alla memoria di sola lettura del chip NVIDIA Tegra X1 montato dalla console ibrida. Data la sua natura, è irrisolvibile con un normale aggiornamento del firmware di sistema, poiché non è possibile intervenire su quella memoria una volta che il chip è uscito dalla fabbrica. Nintendo si trova ora in una situazione piuttosto scomoda e davvero difficile da arginare.

Nintendo Switch

La falla potrebbe essere utilizzata dagli hacker per favorire la pirateria, e non è escluso che in molti ci stiano già pensando. L’unico modo di risolvere il problema è quello di produrre una revisione hardware, ma si tratta di una soluzione praticabile esclusivamente per le console di prossima produzione, e non per quelle già sul mercato o in mano ai giocatori. Secondo gli ultimi dati ufficiali, attualmente ci sono in giro quasi 15 milioni di Switch, tutte potenzialmente esposte al rischio della pirateria.

Nel momento in cui vi scriviamo Nintendo e NVIDIA non hanno ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali, per cui non sappiamo come hanno intenzione di gestire questa faccenda. Voi cosa ne pensate al riguardo?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com