Cory Barlog: “un reboot di God of War? Non avrebbe alcun senso”

By Stefano Paglia, martedì, 27 marzo 2018 09:29 GMT

God of War sarà un’esperienza differente ma al tempo stesso familiare per i fan di lunga data, parola di Cory Barlog

Il nuovo capitolo di God of War è un punto di svolta per la serie: nuova mitologia di riferimento, nuove meccaniche di gioco e una struttura narrativa molto differente, con un Kratos decisamente meno virulento che in passato e più preoccupato di essere una buona figura paterna che un killer di divinità.

Con tutti questi cambiamenti è lecito chiedersi come mai Santa Monica non abbia optato per un reboot della serie God of War, piuttosto che continuare dal finale del terzo capitolo. Un opzione che secondo Cory Barlog, il director del gioco, non avrebbe alcun senso.

È come se i primi capitoli di una serie servissero da retroscena no? E alcuni si chiedono “Oh, perché non avete iniziato di nuovo tutto da capo con un nuovo personaggio?”. Parliamo di una decade di sviluppo del personaggio. Non puoi farlo. Perché mai buttare via tutto ciò?“, ha affermato Barlog in un’intervista con PlayStation Lifestyle.

God of War

Barlog ha spiegato che il team di Santa Monica negli anni è maturato e che di conseguenza questo cambiamento ha avuto un’influenza su Kratos e il nuovo God of War. Tuttavia non aspettatevi un’esperienza completamente differente, visto che l’obbiettivo è sempre stato quello di creare qualcosa di diverso da quanto visto in passato, ma al tempo stesso familiare.

Non siamo le stesse persone di quando frequentavamo il college o le superiori, giusto? Siamo cambiati e penso che lo stesso valga per Kratos. Per certi versi noi come team di sviluppo con i primi giochi della serie eravamo “nei nostri anni del college”. Abbiamo vissuto quel momento, eravamo sprezzanti e provavamo ad essere migliori di chiunque altro.

Restavamo a lavorare fino a tardi, facevamo cambiamenti all’ultimo secondo, e pensavamo fin troppo in grande. Semplicemente se volevamo fare una cosa la facevamo. Era puro, e penso che sia giusto così. È stato grandioso perché eravamo questo. Ora, vediamo tutto sotto una luce differente. Siamo persone differenti e poi abbiamo questa energia di tutte le nuove persone che si sono aggiunte allo sviluppo, quindi unendo le due cose hai una prospettiva totalmente nuova di come realizzare giochi. Volevamo creare qualcosa di differente ma che desse un senso di familiarità. La speranza, il termine che ho usato all’inizio dello sviluppo è stato “familiarmente differente”, quindi quando proverete il gioco, vi darà le stesse sensazioni dei precedenti God of War. Il DNA è quello di un God of War, ma al tempo stesso è differente.

God of War sarà disponibile nei negozi in esclusiva per PS4 a partire dal 20 aprile.

Sapevate che il gioco sarà pieno zeppo di segreti, easter egg e riferimenti ai precedenti capitoli della serie?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com