Il direttore creativo di God of War parla di Kratos, Atreus e delle sfide che comporta la paternità

By Pablo Bernocchi, sabato, 24 marzo 2018 15:00 GMT

Cory Balrog non si stanca mai di parlare di God of War. Il direttore creativo del gioco è tornato sul rapporto tra Kratos e Atreus e delle sfide che comporta la paternità.

God of War

Cory Barlog si è concesso a un’intervista per un episodio speciale del PlayStation Blogcast. Naturalmente l’oggetto della chiacchierata è God of War. Potete ascoltare tutta la conversazione qui sotto, dura circa 20 minuti.

PS Blog ha condensato l’intervista in una serie di domande che a nostra volta abbiamo selezionato per voi.

PSB: Questo è un Kratos che non avevamo mai visto… [nei titoli precedenti] era crudele, e piuttosto privo di empatia. Come avete fatto a prendere un personaggio che forse è sempre stato un po’ bidimensionale, e a offrirci un lato di lui del tutto nuovo?

CB: Oh, sì. Onestamente, questa è stata la mia sfida preferita. Per quanto sia difficile creare un personaggio da zero… lo è ancora di più prendere un personaggio che tutti credono di conoscere, e mostrare un lato di lui che in realtà nessuno conosce. Mostrare un senso di crescita, di cambiamento. Credo che sia molto arduo. Dal punto di vista puramente drammatico, è una sfida spettacolare. Lui è in parte malvagio, ma in parte anche buono. Iniziando lo sviluppo di questo gioco, è stata una scelta deliberata. Ho detto: “Voglio proprio vedere cosa significa cambiare per un personaggio come questo.”

Cosa che ha anche preoccupato le persone. “Kratos? Momenti riflessivi? Ma è una follia!” E invece è possibile. È solo molto difficile da spiegare alle persone, ma quando poi lo vedono [finiscono per dire] “Oh, sì, ora capisco.”

PSB: Quindi state mostrando un Kratos più saggio, qualcosa di davvero notevole, conoscendo il personaggio. Ma a me piace molto anche che Kratos sembri riconoscersi un po’ in Atreus, e questa cosa lo preoccupi. Questa esplorazione della rabbia è un elemento molto interessante, secondo me.

CB: Sì… in effetti, per un genitore, specialmente se alle prime armi, una cosa del genere è sempre una sorta di doccia fredda. Quando rivedi i tuoi peggiori difetti in tuo figlio… Oh, cielo. È una cosa che mi toglie il respiro, credimi. Quando mi capita di vedere questa cosa in mio figlio… Sai, io sono un tipo davvero nevrotico. A volte, mi è terribilmente difficile avere pazienza. Probabilmente, sono una vera spina nel fianco, sul lavoro… A volte sono severo ed esigente, e molto concentrato, e altre volte molto chiuso.

Vedo gli stessi tratti caratteriali in mio figlio, ed è una cosa che mi spezza il cuore. E queste sono piccole cose, se paragonate alla situazione di Kratos, e al momento in cui lui inizia a vedere nel figlio le radici di ciò che gli ha rovinato la vita. E lui non ha la minima idea di come intervenire! Perché in realtà nessun genitore lo sa. Io non so come intervenire! Non è un percorso facile. E credo che le difficoltà e i fallimenti siano molto interessanti da osservare, vero?

God of War

Avete letto che God of War riceverà anche una Modalità Foto e sarà grandiosa?

Il gioco sarà pubblicato a partire dal giorno 20 aprile su PS4.

Fonte.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com