PlayerUnknown’s Battlegrounds: secondo SteamSpy, la Cina gioca il doppio delle ore a settimana rispetto agli USA

By Claudia Marchetto, venerdì, 23 marzo 2018 12:04 GMT

Chi riuscirà a superare le 168 ore settimanali della Cina utilizzate per giocare a PlayerUnknown’s Battlegrounds?

Durante il GDC, Sergey Galyonkin, il creatore di SteamSpy, ha condiviso alcuni interessanti dati raccolti dai profili degli utenti di Steam.

Tra le rilevazioni più importanti, è stato registrato un dato secondo cui i giocatori cinesi trascorrono il doppio delle ore settimanali su PlayerUnknown’s Battlegrounds rispetto a quelli statunitensi.

In media la Cina gioca un totale di 16 ore settimanali, mentre gli Stati Uniti meno della metà, solo 7.

PlayerUnknown

La disparità può essere attribuita al fatto che il 78% degli utenti cinesi che usa Steam ha PlayerUnknown’s Battlegrounds. Gli utenti statunitensi invece hanno sei volte più giochi rispetto ai cinesi, il che può significare una divisione del tempo di gioco in più titoli.

Anche la popolarità degli internet café in Cina è un dato da tenere conto. Con più profili che accedono ad un solo computer è facile registrare un aumento di ore dedicate a PUBG.

Tuttavia questi dati possono subire delle alterazioni perché SteamSpy non tiene conto ad esempio dei profili privati e spesso i server API di Valve non funzionano come dovrebbero.

A proposito: lo sapete che Greene si è espresso riguardo la possibilità di attuare un region-lock in Cina?

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com