I possessori dell’originale Playstation 3 hanno ancora un mese di tempo per unirsi alla class-action del caso “OtherOS”

By Marcello Ruina, domenica, 18 marzo 2018 18:00 GMT

Chi era a conoscenza di OtherOS su Playstation 3, sarà rimborsato da Sony.

I possessori di Playstation 3, nello specifico dell’originale PS3 “fat”, hanno ancora un mese di tempo per unirsi alla class-action contro Sony e ottenere in questo modo la simbolica cifra di 65$.

Per chi non lo sapesse, anni fa Sony attirò le ire della community, per la rimozione della feature OtherOS dalla Playstation 3. Tale feature permetteva agli utenti di creare una partizione sull’hard drive di PS3 e installarci sopra Linux: in questo modo, si poteva usare la console come un computer. Sfortunatamente, questa possibilità venne rimossa da Sony nel 2010, a causa di non meglio precisati “problemi di sicurezza”.

Questa decisione, tuttavia, causò la rabbia di una ristretta (ma molto attiva) cerchia di utenti, i quali finirono per portare il caso direttamente in tribunale. Nel 2011, i querelanti persero la causa, poiché il giudice non riteneva fossero state forniti sufficienti motivi per accusare Sony di qualsivoglia infrazione legale. Tuttavia, il caso venne riaperto in appello nel 2014 e, nel 2016, venne chiuso con un patteggiamento, nel quale Sony si impegnava a rimborsare tutti i possessori di una PS3 Fat (ovvero, l’unica dove era presente OtherOS) con 65 dollari.

Resta solo un mese per rientrare fra le persone eleggibili al rimborso, ma per farlo bisogna soddisfare alcune condizioni: innanzitutto, bisogna giurare legalmente di aver acquistato una Playstation 3 Fat (i modelli da 20, 40, 60 o 80 GB per intenderci) da un retailer autorizzato, quindi niente acquisti o regali da amici e parenti. Inoltre, bisogna giurare di essere a conoscenza dell’esistenza di OtherOS e che con essa si potevano installare altri sistemi operativi su PS3. Inoltre, bisogna fornire il proprio username PSN o il codice seriale della Playstation 3.

Purtroppo, questa class-action riguarda solo gli utenti americani, quindi, anche se rientraste in queste condizioni, non vi spetterebbe un centesimo.

Cosa ne dite? È giusto che Sony paghi per aver privato gli utenti di OtherOS? Sareste rientrati nei requisiti per il rimborso?

 

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com