Un filmato risponde al montaggio con scene violenti della Casa Bianca esaltando il lato artistico e creativo dei videogiochi

By Stefano Paglia, martedì, 13 marzo 2018 09:49 GMT

I videogiochi non sono solo sangue, sparatorie e violenza e questo filmato lo dimostra

Durante l’incontro della scorsa settimana tra il Presidente Donald Trump e alcuni rappresentati dell’industria videoludica per parlare dei videogiochi violenti e la loro possibile influenza sui giovani. Durante il meeting è stato mostrato un breve video realizzato dalla Casa Bianca che presentava un mix di scene estremamente violente tratte da titoli come Call of Duty: Modern Warfare, Fallout e Wolfenstein.

Oggi l’associazione no profit “Game for Change” ha pubblicato un filmato di risposta al sopracitato montaggio in cui invece sono presenti scene che dimostrano la creatività, il lato artistico e la bellezza dei videogiochi.

Tra i titoli presenti troviamo Abzu, Minecraft, The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Horizon: Zero Dawn e persino un gioco “violento” come The Last of Us (con la famosa scena della giraffa).

Dopo aver appreso che la Casa Bianca aveva realizzato un filmato raffigurante giochi ultra-violenti, ci siamo sentiti in dovere di condividere un punto di vista differente sui videogiochi.“, il commento di Game for Change che accompagna il filmato.

I videogiochi, i loro innovativi creatori e la vasta community di giocatori sono molto di più di quanto mostrato nel video della Casa Bianca. Volevamo creare la nostra personale versione, della stessa lunghezza, per contestare l’intenzione della Casa Bianca di affibbiare delle colpe ai videogiochi e mostrare la bellezza, la creatività e la gioia inerente a questo media.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com