Overwatch League: Fissure trascina i Gladiators alla vittoria – Settimana 3

By Dye_2.0, lunedì, 12 marzo 2018 12:50 GMT

Il riassunto della Settimana 3 -Fase 2-  della Overwatch League.

Carissimi amici degli eSport e della Overwatch league, bentornati all’appuntamento con il nostro report settimanale sui match che infiammano ogni settimana la Blizzard Arena. Conferme, novità e cronaca sui fatti accaduti (anche) fuori dal campo: la Settimana 3 ci ha regalato tante azioni spettacolari, un sacco di divertimento, ma anche alcuni brutti eventi che hanno visti interessati alcuni giocatori ed anche un coach. Ma andiamo con ordine, partendo dal principio.

Overwatch League Fase 2 Settimana 3

La Settimana 3 della Overwatch League è stata inaugurata dal match che ha visto in campo i Seoul Dynasty contrapposti agli Shanghai Dragons. Una moderna riedizione in salsa Overwatch di Davide contro Golia, ma a differenza di quanto succede nel racconto biblico, Golia ha letteralmente schiacciato Davide. I Dragons li abbiamo purtroppo scherniti fin troppo per la stagione estremamente negativa: ultimi senza possibilità d’appello, il team di Shanghai viene spinto sempre più in basso ad ogni giornata.

Il match si è concluso con lo scontatissimo 3-1 in favore di Seoul, ma, per quanto possibile, questa è stata la settimana più difficile di sempre per i cinesi. A causa di un problema familiare, il DPS Weida “Diya” Lu (il miglior giocatore della squadra) è dovuto tornare in patria e non rientrerà prima di due settimane. A questo aggiungeteci che il coach ha mollato il team il giorno prima dell’inizio della giornata e che i 4 rinforzi acquistati durante la pausa sono ancora bloccati in patria, in attesa di poter finalmente raggiungere il resto del team in California.

Insomma, le già flebili speranze di vincere finalmente un maledetto match, sembrano ormai essere un obiettivo fuori dalla portata dei Dragons. Facciamo i nostri più sinceri auguri al team cinese affinché possa finalmente togliersi questa grande soddisfazione all’interno del torneo. Speriamo davvero che possano stupirci all’inizio della Fase 3, grazie al ricongiungimento con Diya e all’arrivo dei suoi nuovi componenti, regalandoci (finalmente) qualche match non più a senso unico.

Continua anche la serie negativa dei Fuel: la prima giornata della Settimana 3 è stata particolarmente difficile per Dallas, che ha incassato un sonoro 3-0 dai San Francisco Shock, che sono così riusciti a rifarsi dopo l’ultimo scontro diretto. Dopo un inizio difficoltoso del primo round su Industrie Volskaya, i Fuel sono riusciti a trovare il giusto ritmo soltanto quando Taimou (preferito a xQc nella fase iniziale) è passato da Rodhoag a Winston, dando un ritmo migliore all’intero team che, fino a quel momento, stava subendo i pesanti colpi di Dante e Babybay. Il match su Volskaya si è poi concluso con un ottimo 4-4, ma successivamente i parziali sono stati tutti a favore degli Shock che hanno così trionfato sui Fuel.

Problemi di comunicazione, oppure si tratta sostanzialmente di una cattiva gestione dei cambi? I fan di Dallas sembrerebbero avere le idee piuttosto chiare, dato che sui social stanno addossando le colpe delle scarse prestazioni proprio ai coach, piuttosto che ai giocatori. Ma i guai per Dallas non finiscono qui: a poche ore dall’inizio delle partite del venerdì sera italiano, xQc è stato nuovamente sospeso per la sua condotta sleale (questa volta se la sarebbe cavata con 4 match di sospensione e $4,000 di multa) e ha successivamente salutato definitivamente il team, come notificato nella notte di lunedì dai Fuel tramite comunicato stampa, che poche ore prima avevano invece comunicato l’arrivo del main tank Son “OGE” Min-Seok all’interno del roster.

Problemi anche per Taimou, punito con con un’ammenda pari a $1,000. Qui trovate tutti i dettagli sulla (bruttissima) questione. Puniti anche Ted “Silkthread” Wang degli L.A. Valiant per “account sharing” ($1000), mentre Tae-yeong “TaiRong” Kim, coach di Houston, se l’è cavata con un richiamo formale per aver postato sui social media dei dank meme su Hiroshima e Nagasaki.

Ma è davvero così difficile riuscire a mantenere un atteggiamento civile fuori dal campo, ben conoscendo le regole imposte da Blizzard? Fateci sapere la vostra opinione tra i commenti.

Settimana di alti e bassi per i Los Angeles Valiant che prima incassano un pesante 4-0 nel derby contro i cugini Gladiators, salvo poi imporsi con lo stesso risultato sugli Houston Outlaws. Di questo match vi segnaliamo le ottime prestazioni di Jake e SoOn, nei panni di Tracer. Se vi foste da poco avvicinati a questo personaggio, vi consigliamo di osservare con attenzione le azioni di questi due fenomeni.

I Boston Uprising hanno poi “passeggiato” sugli Shanghai Dragons con uno scontatissimo 4-0, in modo da potersi preparare al meglio per lo scontro contro i London Spitfire, i campioni uscenti della Fase 1. Peccato però che Londra si sia imposta su Boston con un pesante 4-0: gli Uprising non sono ancora riusciti a far vedere il bel gioco mostrato nel corso della fase finale dello Stage 1, ma è ancora troppo presto per parlare di una possibile crisi.

Come abbiamo ormai imparato nel corso dello Stage 1, nessun risultato è davvero sicuro all’interno della Blizzard Arena. Dopo l’arrivo di Fissure, i Gladiators sono cresciuti al punto di sconfiggere 3-1 i London Spitfire. Questo giocatore è sicuramente uno dei migliori main tank al mondo e sta dimostrando una grandissima capacità di adattamento, essendosi inserito da subito benissimo all’interno del roster dei Gladiators.

Nonostante la barriera linguistica (aggirata grazie alle traduzioni del compagno di squadra Bishu, nome già noto ai fan di LoL), Fissure ha apportato nuova linfa vitale alla squadra, suggerendo nuove tattiche ed imponendo così la sua visione di gioco travolgente ed estremamente efficace: la scelta di abbandonare uno dei top team per poter giocare con più continuità, sta davvero dando i suoi frutti. Gran parte del merito va sicuramente ripartito insieme ai suoi compagni di squadra, ma è anche giusto sottolineare quanto sia cresciuto il collettivo, in funzione del nuovo inserimento. Complimenti dunque a tutto il gruppo che sta dimostrando un grandissimo cuore in campo.

Nonostante una resistenza fatta con le unghie e con i denti, i San Francisco Shock hanno perso 4-0 contro gli “alieni” dei New York Excelsior, dimostrando comunque di essere cresciuti tantissimo nelle ultime settimane. Al netto della “mazzata” presa in campo, il team californiano è decisamente migliorato sotto il profilo dell’intensità e speriamo possa regalarci delle gradite sorprese nel corso del torneo.

La settimana si è poi conclusa con il combattutissimo match tra i Florida Mayhem e i Dallas Fuel. La contesa si è poi risolta in favore dei Mayhem sulla mappa tiebreaker di Ilio, grazie ad una migliore comunicazione e ad una maggiore lucidità in campo. Seconda (meritatissima) vittoria per i Mayhem nel corso della stagione, Fuel sempre più in crisi… e pensare che il potenziale per fare bene c’era davvero.

La Overwatch League tornerà in campo giovedì 15 marzo e ci regalerà subito un main event di grandissimo spessore, grazie allo scontro tra New York Excelsior VS Seoul Dynasty: restate sintonizzati sulle nostre pagine, perché ne vedremo davvero delle belle!

E per chi volesse capire come si diventa dei pro di Overwatch, vi segnaliamo che domenica è iniziato l’Overwatch Contenders, torneo che ha visto in campo il gradito ritorno di Mangachu, l’uomo che giocò con Torbjörn nel corso della finale della Overwatch World Cup 2017. Troll pick di un certo livello.

La classifica della Overwatch League

Overwatch League fase 2 settimana 3

Diego “Neko” Conti si è da poco avvicinato al mondo dell’eSport grazie al suo amato Overwatch, gioco che ha seriamente rovinato la sua già precaria vita sociale. Seguilo su Twitter per non perderti le sue Azioni Migliori della Partita, oppure le sue mielose dichiarazioni d’amore verso l’account ufficiale di Overwatch.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com