ESA dichiara di non essere stata invitata da Trump per parlare di violenza e videogiochi

By Pablo Bernocchi, sabato, 3 marzo 2018 15:30 GMT

L’associazione che riunisce gli sviluppatori e i produttori di videogiochi negli Stati Uniti d’America dichiara di non avere ricevuto nessun invito da parte dell’amministrazione del Presidente USA Donald Trump.

La Entertainment Software Association (ESA) che riunisce e rappresenta le principali compagnia del settore dei videogiochi negli Stati Uniti, in pratica la confindustria dei videogames in USA, ha rilasciato una dichiarazione circa gli incontri che Trump ha in agenda la prossima settimana con alcune personalità del settore.

Diversamente da quanto si pensasse ESA non sarà al tavolo e ha diramato una nota dove l’associazione si dice offesa perché ritiene che la questione violenza presunta e videogiochi è un argomento di cui il Presidente, che ha dichiarato di dovere fare qualcosa, deve parlare con loro che rappresentano le aziende maggiori del settore.

Comunque Donald Trump si è schierato contro i videogiochi violenti, eppure sembra che il figlio undicenne possa giocarci indisturbato.

Fonte Segment Next.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com