Guai in vista per la Streamer di Twitch che ha ammesso di aver ucciso un cane intenzionalmente: la polizia avvia le indagini

By Luca Paternesi, giovedì, 1 marzo 2018 22:19 GMT

Aqualadora, la Streamer di Twitch che ha confessato in diretta di aver ucciso un cane intenzionalmente, potrebbe finire in guai seri nonostante la successiva smentita: la polizia e l’università avviano le indagini.

Qualche ora fa vi abbiamo riportato la notizia della scioccante confessione in diretta di Simone Scott, la Streamer di Twitch conosciuta come Aqualadora. La ragazza ha ammesso in un podcast di aver intenzionalmente ucciso un cane, quando lavorava come tecnico veterinario, solo per fare un torto al proprietario dell’animale.

Dopo che il video è divenuto virale, e sono arrivati i primi insulti e minacce, la Scott ha subito postato un tweet in cui rivela che la confessione incriminata era semplicemente uno scherzo, una burla, ma ciò potrebbe non bastare per evitarle guai seri. La polizia e la stessa University of California di Santa Cruz hanno avviato delle indagini per accertare i fatti e appurare se quello della ragazza sia stato effettivamente uno scherzo di pessimo gusto oppure ci sia effettivamente del vero nella confessione. In quest’ultimo caso le cose potrebbero mettersi decisamente male per la Streamer, e le conseguenze potrebbero essere ben peggiori degli insulti già ricevuti, in quanto il fatto non sarebbe solo eticamente orribile ma anche perseguibile penalmente.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com