Un giudice ha proibito a uno studente di giocare ai videogiochi violenti, poiché ha minacciato di compiere una sparatoria all’interno della scuola

By Antonio Izzo, giovedì, 1 marzo 2018 12:49 GMT

Può giocare a Mario Kart, però!


Nei giorni scorsi, uno studente sedicenne della Lake Park High School, situata nella periferia di Chicago, ha minacciato con un video su Snapchat di compiere una sparatoria all’interno dell’istituto. Il filmato lo ritraeva mentre giocava ad uno sparatutto non specificato. In allegato c’era il seguente messaggio: “Dovete smetterla di parlare delle sparatorie nelle scuole altrimenti ne faccio una io!“.

A quanto pare, il giovane era irritato e annoiato dagli innumerevoli dibattiti sulle alle armi e sulla sicurezza nelle scuole, scatenati dal massacro di 17 studenti e insegnanti della Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida, avvenuta il 14 febbraio 2018.

Una volta allertate, le autorità hanno provveduto ad arrestarlo. Il ragazzo ha trascorso una notte all’interno di un carcere criminale, e nella sua abitazione non sono state trovate armi. Il suo avvocato difensore ha affermato che si è trattato di un semplice scherzo. Era semplicemente “annoiato” da tanti dibattiti, ma ha capito che non è un argomento adatto agli scherzi.

Il giovane è stato rilasciato ed ora è tornato a casa, ma il giudice Robert Anderson gli ha ordinato di consegnare il cellulare ai suoi genitori e gli ha proibito di giocare ai videogiochi violenti. Anderson, inoltre, è stato molto chiaro anche su un altro punto: “Puoi giocare a Mario Kart tutto il tempo che vuoi”.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com