Overwatch League: London Spitfire, i Campioni dello Stage 1 – report

By Dye_2.0, lunedì, 12 febbraio 2018 13:03 GMT

Il riassunto della Settimana 5 della Overwatch League.

Se non siete riusciti a seguire le ultime giornate della Overwatch League, allora sappiate che vi siete persi purtroppo i match più intensi dall’inizio del torneo.

Come avrete sicuramente potuto notare dal titolo, i London Spitfire sono stati incoronati Campioni dello Stage 1, incassando perciò i 100,000 dollari in palio: che fine hanno fatto i favoritissimi Seoul Dynasty? E che ne è stato dei New York Excelsior? Scopritelo grazie al nostro report della settimana finale dello Stage 1 della Overwatch League!

Il primo match della settimana ha visto il trionfo Dallas su Shangai (3-2). Questa vittoria era decisamente prevedibile: i cinesi occupano infatti l’ultima posizione in classifica e sono l’unico team ancora a secco di vittorie. Per nostra fortuna, il match che ha inaugurato la settimana 5, è stato davvero combattuto e bello da vedere.

Sulla prima mappa del giorno (Eichenwalde), Shangai ha mostrato un gioco decisamente più ordinato ed efficace, rispetto a quanto visto nell’ultimo mese: i DPS si sono mossi con ordine sulla mappa, rendendo i push efficaci, dando così qualche grana di troppo ai Dallas.

Le prestazioni dei cinesi sono però ancora troppo altalenanti per riuscire a vincere un match. Quando hai poi a che fare con un fuoriclasse come Seagull (come sempre devastante nei panni di Genji e Pharah) e di un team comunque compatto come quello di Dallas, allora non puoi fare altro che trarre ciò che c’è di buono dall’ennesima sconfitta e fare di tutto per far arrivare il primo risultato positivo. E chissà che l’arrivo della bravissima tank Geguri, possa risultare fondamentale per la buona riuscita dell’impresa.

Secondo scivolone per Seoul Dynasty, che perdono 3-0 contro gli agguerritissimi Los Angeles Valiant. Dopo la “mazzata” presa contro Londra la scorsa settimana, Seoul si è ritrovata a giocare contro a dei Valiant più cattivi del solito: nonostante le ottime giocate di Fleta con Pharah su Eichenwalde, Seoul ha potuto fare poco per contenere i Valiant.

Il team di Los Angeles ha saputo gestire meglio le proprie Ultra, contenendo anche quelle degli avversari. Non era facile riuscire a mettere in ombra Seoul, eppure i Valiant ce l’hanno fatta, grazie ad una migliore comunicazione in campo: i movimenti del team sono stati perfetti nei punti critici del match, portandoli così ad una vittoria tutt’altro che scontata.

Inevitabili le scuse dei Dynasty sui social, ma non scordiamoci che si è trattato di un match tra due dei team più forti all’interno della Overwatch league e che partite simili, sono soprattutto una mera questione di nervi. Questa volta ce l’hanno fatta i Valiant, ma il risultato potrebbe non essere così scontato in futuro…

Match ricco di emozioni tra i Boston Uprising e i Philadelphia Fusion: sin dalla prima mappa, Boston si è dimostrata implacabile in attacco, mettendo seriamente in difficoltà gli avversari.

Il match è stato decisamente bello da vedere, grazie alle giocate precise di Boston: perfetta gestione delle ulti, coordinazione nella comunicazione e giocate senza movimenti inutili. Philadelphia è stata letteralmente travolta, riuscendo ad essere davvero incisiva soltanto su Junkertown e su Colonia Lunare Horizon, nonostante le consuete ottime giocate da parte di Boombox e ShaDowBurn.

Ma c’è da dire che Philadelphia se l’è vista brutta anche grazie all’ottimo Striker, ormai candidato ad essere una delle migliori Tracer della Overwatch League. Boston aveva bisogno di questo 4 a 0 per tenere aperta la finestra di accesso ai playoff, e così è stato: il team si è portato a casa quest’ottimo risultato, ma il destino aveva in serbo un piano persino più grande.

Infatti, a sorpresa, i Los Angeles Valiant e i Seoul Dynasty si sono ritrovati esclusi dalla corsa ai playoff. La Overwatch League è infatti un torneo “cumulativo”, dove oltre alle vittorie dei match, contano anche i singoli set. La sconfitta incassata da Seoul contro i Valiant, ha infatti precluso l’accesso ai playoff dello Stage 1, a cui hanno invece partecipato Londra, Philadelphia e New York. A poco è servito il 3-2 di Seoul (che hanno chiuso lo Stage 1 a +9) sui San Francisco Shock e lo stesso vale per il 4-0 di Los Angeles (+13) su Shangai: l’accesso ai playoff è stato una vera e propria giostra di emozioni, che ha poi visto trionfare Londra.

Nonostante le ottime giocate di Jake, Muma e dell’healer Bani, gli Outlaws si sono fermati ad un passo dalla finale contro New York, grazie al gioco spietato di Londra. L’unico team europeo della League è riuscito poi a trionfare sui favoritissimi New York Excelsior, dopo una partita estremamente tirata, dove non sono mancate le giocate spettacolari da ambo le parti.

La finale è stata in bilico dall’inizio alla fine, concludendosi poi grazie ad un’azione assassina dell’ottimo Profit ai danni della Mercy avversaria, uccisa da una Rotobomba da 100,000 dollari. Perchè Londra è sicuramente implacabile in attacco, ma è davvero ben organizzata in difesa.

La Overwatch League sarà nuovamente live il prossimo 22 febbraio e lo Stage 2 verrà inaugurato dai due grandi esclusi dei playoff: Seoul Dynasty contro Los Angeles Valiant. Ne vedremo di nuovo delle belle, statene certi!

La classifica della Overwatch League

Diego “Neko” Conti si è da poco avvicinato al mondo dell’esport grazie al suo amato Overwatch. Seguilo su Twitter per non perderti le sue Azioni Migliori della Partita.

 

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com