L’ESA denuncia fermamente le parole del Presidente Trump riguardanti gli immigrati di alcuni stati

By Claudia Marchetto, venerdì, 12 gennaio 2018 11:11 GMT

L’associazione ha descritto le parole di Trump come “ripugnanti”.

L’Entertainment Software Association (ESA) ha rilasciato una dichiarazione in risposta ai più recenti commenti razzisti fatti dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Trump avrebbe fatto questi commenti questa settimana durante un incontro su un accordo riguardante l’immigrazione, che avrebbe dovuto dare lo status legale agli immigrati illegali portati negli Stati Uniti da bambini, i cosiddetti “dreamer“.

09-donald-trump-bully.w1200.h630

Haiti ed altri stati dell’Africa sono inclusi in questo programma di protezione e ciò ha fatto scatenare l’ira di Trump che ha esordito dicendo: “Perché gli immigrati provenienti da queste fogne di stati dovrebbero avere la cittadinanza americana e persone che provengono dalla Norvegia ad esempio non possono ottenerla? Perché dobbiamo prenderci le persone di Haiti?“.

L’ESA ha subito espresso una dichiarazione di denuncia verso le parole di Trump: “La grandezza dell’America è costruita sulla nostra diversità. I commenti ripugnanti del presidente minano i valori fondamentali di chi siamo come Paese. Non c’è posto nella nostra società per questo tipo di pensiero arretrato, e lo condanniamo fortemente“.

Non resta che aspettare se Trump risponderà a tono come sempre sui social o se deciderà questa volta di fare un passo indietro riguardo le sue dichiarazioni.

Fonte

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com