Gli sviluppatori di Battlegrounds chiariscono la situazione fra Bluehole ed Epic Games riguardo Fortnite Battle Royale

By Marcello Ruina, lunedì, 25 settembre 2017 20:17 GMT

Non è la modalità in sé, ma chi la sta realizzando.

fortnite ramirez

L’uscita della modalità Battle Royale in Fortnite ha causato alcuni dissapori in casa Bluehole, responsabili di PlayerUnknown’s Battlegrounds.

All’inizio, si pensava che alla base di questa diatriba ci fossero delle semplici similitudini a livello di design, gameplay ed elementi, ma la questione potrebbe essere più profonda e andrebbe a toccare le relazioni fra loro ed Epic Games, responsabili di Fortnite e distributori dell’Unreal Engine 4, motore sul quale si basa Battlegrounds.

In un’intervista con PCGamer, il vicepresidente di Bluehole, Changhan Kim ha voluto chiarire la situazione:

La prima cosa da chiarire è che la questione non riguarda la modalità Battle Royale in sè. Ci sono altre modalità BR in giro, come in GTA5 ad esempio e non abbiamo mai avuto problemi, anzi, penso sia positivo che esista la competizione e chiunque dovrebbe essere in grado di creare la propria modalità Battle Royale; la questione riguarda Epic Games. Ci sono molti cloni in Cina e molti titoli Battle Royale che sono identici al nostro, ma anche prima di guardare quanto fosse simile la modalità BR di Fortnite, abbiamo sollevato delle questioni, proprio perché arriva da Epic Games.“.

Kim ha proseguito, specificando che Bluehole ha paura che Epic Games, in quanto proprietaria dell’Unreal Engine 4, possa apportare delle migliorie al motore grafico che andranno a beneficio di Fortnite e che non verranno condivise a chi usa l’UE4 su licenza, come ad esempio Battlegrounds. A conti fatti, con la modalità BR in arrivo su Fortnite, Epic Games diventa ufficialmente concorrente di Bluehole e Battlegrounds, ma quest’ultima dovrà sempre dipendere da Epic Games per risolvere i problemi tecnici del motore grafico e ottenere assistenza.

Inoltre, esiste pure il problema della sponsorizzazione di questa modalità di Fortnite, giudicata da Kim parecchio fuorviante:

Nei loro video promozionali pubblicati su Twitter, menzionavano apertamente che fossero fan di Battlegrounds, nominando molte volte il titolo, dando quasi l’impressione che fossimo coinvolti ufficialmente. C’erano giocatori che dicevano ‘Oh, ottimo, potremo giocare Battlegrounds in Fortnite‘ e non c’è niente che possiamo fare.“.

Bluehole ha contattato la divisione coreana di Epic, la quale ha girato la richiesta alla sede centrale americana, ma al momento non ci sono risposte.

La questione è spinosa, voi cosa ne pensate? Secondo voi la mossa di Epic è legittima, oppure date ragione a Bluehole?

Nel frattempo, PlayerUnknown’s Battlegrounds stabilisce un nuovo record, superati gli 1,5 milioni di utenti connessi contemporaneamente.

Comments

Headlines

Battle Royale

Bluehole

Epic Games

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie.
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com