Lo sviluppatore di PlayerUnknown’s Battlegrounds non si aspettava di vendere più di 300.000 copie il primo anno

By Claudia Marchetto, mercoledì, 13 settembre 2017 12:44 GMT

Superate di gran lunga le sue aspettative, non c’è che dire.

PlayerUnknown's Battleground

Quando il creatore di PlayerUnknown’s Battlegrounds Brendan Greene ha inviato il suo gioco agli sviluppatori di Bluehole, si aspettava di vendere un milione di copie nel primo mese. Il direttore creativo infatti era già sicuro che PUBG sarebbe stato un gioco grandioso; non si può dire degli sviluppatori che avevano ambizioni più modeste.

Secondo un’intervista con Greene, lo studio di sviluppatori coreani era convinto di vendere nel primo anno circa 300.000 copie. Ora l’obiettivo di Greene è stato superato in meno di un mese, arrivando a circa 2 milioni di copie vendute in cinque settimane.

Molti all’interno del team non credevano ai propri occhi” ha dichiarato Greene “alcuni veterani del settore dicevano che avrebbe venduto 200, massimo 300 mila copie in un anno. Ma quando abbiamo fatto il primo milione di copie in un mese sono stati molto felici di questo traguardo“.

Il resto è storia. Il gioco attualmente ha venduto circa 10 milioni di copie ed è un record pazzesco se contiamo che il gioco è ancora in accesso anticipato.

La patch di settembre che aggiunge la nebbia, una nuova città ed altro ancora è attualmente in fase di test e verrà distribuita entro la fine della settimana.

Fonte

Comments

Headlines

Bluehole Studios

Brendan Greene

Playerunknown's Battlegrounds

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie.
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com