Pewdiepie usa il termine “negro” durante una diretta e arrivano le aspre critiche dei creatori di Firewatch

By Stefano Paglia, lunedì, 11 settembre 2017 11:30 GMT

Pewdiepie ne ha combinata un’altra a quanto pare.

Dopo le accuse di antisemitismo che gli sono costate il fruttuoso accordo con Disney, il celebre YouTuber e Streamer si è reso protagonista di un’altra vicenda controversa.

Durante una diretta su PlayerUnknown’s Battlegrounds ha infatti ha usato il termine “negro” nei confronti di un altro giocatore, un fatto che ovviamente non è passato inosservato, nonostante Pewdiepie si sia scusato poco dopo, affermando che il termine era stato usato con toni scherzosi.

Tra coloro che sono rimasti totalmente contrariati dall’accaduto ci sono gli sviluppatori di Campo Santo, autori di Firewatch, che hanno affermato di voler tagliare i ponti drasticamente con lo YouTuber:

Stiamo preparando un DMCA per rimuovere i contenuti di Pewdiepie basati su Firewatch e i prossimi giochi di Campo Santo.“, ha affermato Sean Vanaman, co-fondatore dello studio.

Sono nauseato da questo bambino che ottiene sempre maggiori chance di fare soldi sui nostri contenuti. Lui è peggio di un razzista: è un diffusore di riprovevole spazzatura che fa danni seri alla cultura che circonda questa industria. La libertà di parola è anche la liberà di intraprendere vie legali. Le sue dirette non sono commentary sui contenuti altrui, ma un accrescimento del suo brand. Avere il nostro gioco sul suo canale significa sostenerlo. Oltretutto, noi siamo dei complici: sono sicuro che abbiamo guadagnato dei soldi grazie a quei 5,7 milioni di visualizzazioni che hanno i suoi video su Firewatch, e questo è una cosa che dovrebbe farci pensare.“.

Voi cosa ne pensate? La reazione degli sviluppatori di Campo Santo è esagerata o siete d’accordo con loro?

Comments

Headlines

Campo Santo

Firewatch

PewDiePie

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie.
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com