Game of Thrones di Telltale, la prima sanguinosa stagione è terminata

By Roberto Branni, giovedì, 19 novembre 2015 10:00 GMT

game_of_thrones_ep_5-4

Game of Thrones di Telltale – recensione

Il panorama videoludico, fin ora, non aveva ancora provato a realizzare una trasposizione giocabile della serie tv divenuta un vero e proprio fenomeno mondiale nel giro di pochi anni: Games of Thrones.

Chi meglio di Telltale, quindi, per fare questo grande passo verso un nuovo piano dell’intrattenimento?

Scorrete le immagini qua sopra per sapere cosa pensiamo di Game of Thrones di Telltale.

Telltale, grazie alla collaborazione con HBO, ci permette di rivivere per la prima volta le avventure di Game of Thrones su PC, console e dispositivi mobile, offrendoci un’avventura inedita estratta direttamente dai libri di George R. R. Martin su cui è basata la serie TV che è sulla bocca di tutti ormai da tanto tempo.

In questa nuova avventura grafica composta da sei episodi ed ambientata tra la fine della terza stagione della serie TV e l’inizio della quinta, saremo padroni del destino di una delle nobili casate del nord: i Forrester di Ironrath.

Sarà riuscita Telltale a regalare a questa produzione l’atmosfera unica che si respira nei romanzi e nella serie TV di Game of Thrones?

NB: per quanto abbia provato ad evitare di inserire qualsiasi tipo di spoiler nella recensione, alcuni sono inevitabili al fine di spiegare al meglio le caratteristiche del gioco.

game of thrones 6

Il nobile casato dei Forrester

La nostra avventura si apre con uno degli avvenimenti forse più controversi dell’intera saga di Game of Thrones: il Red Wedding. I Forrester sono alleati con gli Stark e stanno partecipando al matrimonio che dovrebbe sancire la pace nel nord, ma all’interno delle mura del castello The Twins risuona “Rains of Castamere” mentre va in scena il massacro che Lord Frey ha ordito contro Robb Stark.

Infuria la battaglia, e per la prima volta impersoniamo lo scudiero dei Forrester, con l’intento di salvare quanti più membri possibile del nostro nobile casato. Ogni scelta che faremo si rifletterà in modo più o meno diretto su quello che sarà il nostro futuro immediato, ma ancor più sugli episodi successivi che ci porteranno al gran finale.

Il nostro scopo sarà quello di salvare Ironrath e Ironwood, casa dei Forrester divenuta terra di conquista dopo la sconfitta degli Stark che ha portato il caos e fatto infervorare la guerra nel Nord. Per farlo ci affideremo alle nostre abilità diplomatiche, ed in pieno “stile Game of Thrones” avremo il compito di scegliere i nostri uomini più fidati e di stringere nuove alleanze affinché possa essere garantita la sopravvivenza del casato.

Nella nostra avventura visiteremo i luoghi che hanno caratterizzato da sempre la serie TV, come per esempio Approdo del Re, la Barriera e il continente di Essos, tutti riprodotti sotto l’attenta supervisione della HBO che non ha voluto snaturare il proprio prodotto.

Games of thrones 4-2

Un percorso altalenante, proprio come nella serie TV

Se il primo episodio viaggia su ritmi molto alti, non è indicativo dell’andamento generale del gioco. Proprio come nella serie tv, infatti, Game of Thrones di Telltale alterna momenti di grande azione e ritmi molto alti a momenti molto più piatti, che possono addirittura annoiare.

La violenza bruta, i tradimenti e i colpi di scena offerti dal gioco di Telltale sono in perfetta sintonia con quanto abbiamo potuto apprezzare in questi anni tra serie tv e romanzi. Il gioco rimane sulla stessa lunghezza d’onda anche per quanto riguarda i momenti più noiosi, quelli di studio del proprio nemico, quando ci ritroviamo alla ricerca della soluzione diplomatica migliore per stringere una fondamentale alleanza.

Avremo a disposizione sempre due scelte tra cui scegliere, con un timer che proverà a metterci fretta senza permetterci di pensare troppo. Al termine del countdown, se non avremo fatto in tempo a scegliere una delle opzioni possibili, sarà il gioco stesso a lanciare i dadi e scegliere il nostro destino per noi.

Ogni scelta si rifletterà in particolar modo sull’episodio finale, dove tutti i nodi verranno al pettine e scopriremo il destino a cui abbiamo mandato incontro la casata dei Forrester.

game_of_thrones_episode_5_a_nest_of_vipers-600x337

Una produzione originale, anche nella lingua

Per questo Game of Thrones, HBO ha deciso di prestare a Telltale gli attori che hanno tanto celebre la serie tv tratta dai romanzi di George R. R. Martin. Durante la nostra avventura, infatti, verremo a contatto con le versioni digitali di Cersei Lannister (Lena Headey), Tyrion Lannister (Peter Dinklage), Jon Snow (Kit Harington), Margaery Tyrell (Natalie Dormer), Ramsay Snow (Iwan Rheon), e Daenerys Targaryen (Emilia Clarke), tutti perfettamente realizzati in pieno “stile Telltale”.

Tuttavia, gli attori non hanno prestato solo il loro volto, ma anche le loro voci. Per una esperienza totalmente identica a quella vista in TV, infatti, il doppiaggio è originale ed arricchisci davvero tanto questo titolo di Telltale.

Unica nota negativa, per quanto riguarda questo aspetto, è la totale assenza delle lingua italiana anche per quanto riguarda i sottotitoli. Questa avventura richiederà una buona conoscenza della lingua inglese, se vorrete giocarla. Al momento Telltale non ha annunciato il supporto per altre lingue, ma è possibile che con l’arrivo dell’ultimo episodio gli sviluppatori decidano di iniziare al lavorare sul supporto per le altre lingue.

Game of Thrones: The Sword in the Darkness

L’inverno sta arrivando

L’inverno sta arrivando e se siete in crisi d’astinenza da Game of Thrones, questo nuovo titolo di Telltale è esattamente quello che fa per voi. Game of Thrones ci permette di dare un’occhiata dietro le quinte di quello che la serie TV non ha mostrato, presentandoci avvenimenti totalmente inediti.

La prima stagione è composta da sei episodi, e potete provare il primo in modo gratuito su qualsiasi piattaforma voi preferiate. Va comunque specificato che i ritmi molto alti visti nella prima puntata non si protrarranno sempre negli episodi successivi, ma alterneranno anche fasi che potrebbero portare ad un po’ di noia.

La presenza degli attori che hanno reso celebre la serie TV impreziosisce la produzione, ma la mancanza del supporto per la lingua italiana allontanerà inevitabilmente gli utenti che vogliono godersi una bella avventura senza sforzarsi troppo nella traduzione.

Siamo sicuri che i fan di Game of Thrones non si lasceranno sfuggire l’avventura realizzata da Telltale, tutti gli altri probabilmente aspetteranno quanto meno il supporto per la lingua italiana.

Comments

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com