Un gruppo di hacker è riuscito a intascarsi 18 milioni di dollari grazie a FIFA ma alla fine sono stati beccati

giovedì, 18 maggio 2017 11:01 GMT By Stefano Paglia

Chi conosce a fondo il mondo dell’Ultimate Team di FIFA sicuramente saprà bene che questa modalità ha creato un vero e proprio mercato parallelo di compravendita di crediti virtuali. Ebbene in tutto ciò un gruppo di hacker ha sfruttato questo mercato nero per intascarsi ben 18 milioni di dollari… perlomeno finché non è stato colto in flagrante.

FIFA-17-Ultimate-Team-FUT-Guida-e-Trucchi-GUIDA

Questo gruppetto di furfantelli avevano realizzato un sofware in grado di eludere le meccaniche del titolo sportivo di EA. In particolare, come segnala La Repubblica, questo programma permetteva di ingannare il sistema con il risultato che riuscivano ad ottenere in poco tempo quantitativi di crediti accumulabili solamente giocando migliaia e migliaia di partite, che poi venivano venduti ad altri utenti per sonanti dollaroni.

Tuttavia l’errore degli hacker è stato quello di non volare basso, visto che l’FBI è riuscita ad acciuffarli grazie ai sospetti generati dal fatto che il gruppo avesse iniziato a spendere ingenti somme di denaro in vari modi, come l’acquisto di costosissime ville.

Il risultato? Pena per frode con una prospettiva di venti anni di galera per tutte le persone coinvolte attivamente in questa truffa digitale, tranne per il ventiquattrenne Ricky Miller che se l’è cavata con molto meno, una multa da 1,5 milioni di dollari e qualche mese di carcere, per aver collaborato con l’FBI.

Non è la prima volta che sentiamo storie provenienti dal mercato nero dei crediti virtuali (sia esso di FIFA o di altri titoli), un vero “mercato nel mercato” dal giro di milioni e milioni di dollari.

Tuttavia fa piacere quando casi estremi come questi vengono fermati in tempo prima di mandare completamente in malora un passatempo amato da milioni di giocatori.

Sempre a tema FIFA, giusto ieri sono trapelate nuove informazioni sulla Premier League dell’Ultimate Team. Avete letto?

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie.
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com