Nihon Falcom stava per gettare nella spazzatura anni di storia, ma i fan hanno evitato il ‘giochicidio’

By Riccardo Enrico, venerdì, 21 aprile 2017 12:11 GMT

Nihon Falcom è stata fermata ad un passo dal gettare nell’oblio una parte importante della storia dei videogames.

Durante la scorsa settimana lo sviluppatore giapponese Nihon Falcom ha postato un’immagine sul proprio profilo Twitter mostrando una scatola piena di floppy-disk, affermando che erano rimasti lì per più di dieci anni e che quindi non era più necessario tenerli.

Quasi come se avessero sentito bestemmiare, gli appassionati si sono precipitati ad evitare il dramma ed hanno invitato gli sviluppatori a riconsiderare la decisione; tra di loro c’era anche Joseph Redon, a capo della Conservation Society di Tokyo.

In seguito la società ha pubblicato una nuova immagine che mostra i classici titoli ben impacchettati (tra i quali vediamo Ys, Dragon Slayer e SorceriaN), in maniera ordinata e pronti alla spedizione, aggiungendo che stanno per essere donati, diretti in un luogo sicuro.

Forse solo i giocatori di non-giovane data (non ci sentivamo di dire ‘vecchia’) possono capire il senso della conservazione, in un’era dove il digitale sta prepotentemente prendendo sopravvento sul formato fisico.

Tutto è bene ciò che finisce bene!

Via DualShockers.

 

Comments

Headlines

Conservation Society

Dragon Slayer

Floppy Disk

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie.
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com