Dragon Quest VIII la pazienza è la virtù dei forti – Recensione

By Pablo Bernocchi, martedì, 10 gennaio 2017 15:00 GMT

Dragon Quest VIII: L’Odissea del Re Maledetto per Nintendo 3DS arriva finalmente in occidente.

dragon quest viii

Se come me siete tra i pochi che ancora si definiscono un nintendaro integralista, allora vi ricorderete il periodo di pugnalate al cuore inferte da Squaresoft e Enix (allora entità separate e in competizione) agli estimatori della casa di Kyoto causato dalla transumanza dei loro JRPG sulle console PlayStation.

Tra i giochi che avevano suscitato la mia invidia, quando rubacchiavo agli amici le riviste di settore della concorrenza, ci fu senza dubbio Dragon Quest VIII: L’Odissea del Re Maledetto, pubblicato su PlayStation 2. Ma, dato che il tempo è galantuomo, e con un certo ritardo rispetto al Sol Levante, la versione 3DS di DQ VIII farà il suo debutto da noi tra una decina di giorni.

Gli amanti dei giochi di ruolo giapponesi sapranno che non stiamo parlando di un capitolo qualsiasi per il franchise che vanta le matite del celebre autore di Dragon Ball, Akira Toriyama, ma di quello celebrato come una grande avventura (citando senza volerlo il titolo di una serie di fumetti dei guerrieri di Roto) e che arriva su 3DS con una serie di caratteristiche che arricchiscono l’esperienza originale cercando di svecchiarne le meccaniche.

Dragon quest VIII 28-5 3

Più che alla versione del gioco pubblicata ormai oltre dieci anni fa su PS2, Square Enix ha guardato alla controparte per smartphone del 2014.

Da quella infatti prende le mosse la nuova incarnazione delle avventure di Eroe, il vostro alter ego, Yangus e Re Trode, portando sulla console portatile di Nintendo il sistema di ‘Tensione’ che vi permette di accumulare energia durante le battaglie per aumentare il vostro potenziale offensivo, la possibilità di mischiare tra loro gli oggetti e ricavarne di nuovi grazie al ‘Pentolone Alchemico’ e una crescita dei personaggi più ragionata che passa attraverso la distribuzione dei ‘Punti Abilità’ che possono essere spesi per aumentare diverse caratteristiche, sia se appena ricevuti quando raggiungerete un nuovo livello, che accumulandoli per ‘boostare’ a tempo debito una tra forza, agilità, intelligenza e così via.

Lo sviluppatore ha introdotto anche altre novità che sfruttano le caratteristiche della console portatile, tra tutte la compatibilità con StreetPass, con tanto di oggetti bonus che si potranno ottenere dall’uscita del gioco fino al 29 settembre 2017. Potrete poi scattare delle foto ai vostri personaggi e ai luoghi che visiterete, condividerli sempre con StreetPass, o seguire una quest secondaria che vi permetterà di arricchire di fotografie l’album di ricordi di un personaggio non giocante e anche un po’ il vostro.

La versione 3DS è stata rielaborata anche sotto l’aspetto tecnico, passando dallo stile cel-shading marcato dei personaggi disegnati dal Bird Studio di Toryiama, a una grafica più classica che abbandona gli spessi tratti neri di contorno in favore di una pulizia visiva più netta, nonostante le dimensioni ridotte dello schermo della console, che ha portato a una semplificazione generale del mondo di gioco.

Abbiamo giocato Dragon Quest VIII: L’odissea del re maledetto su New Nintendo 3DS e la console non ha mostrato affatto il fianco, gestendo le strutture poligonali delle città, i campi aperti popolati dai mostri – il gioco ha abbandonato i combattimenti casuali e i nemici sono visibili sulla mappa ed eventualmente schivabili – senza affanno. Non tutte le aree di gioco però sfruttano la possibilità di utilizzare il 3D forse a causa la quantità di poligoni su schermo. Data questa limitazione sarebbe stato interessante vedere come il gioco si comporta su 2DS o su 3DS liscio, ma purtroppo non ne abbiamo avuto l’opportunità.

La conversione per la console portatile vanta anche altre aggiunte, due membri in più del party di gioco, Red e Morrie, che incontrerete dopo la prima metà circa della storia, nuovi filmati che approfondiscono i rapporti tra i personaggi e la loro sete di rivalsa nei confronti del malvagio giullare Dholmagus, che non si farà scrupoli a uccidere chi si trova davanti per ottenere il potere che cerca, un dungeon inedito da affrontare e un finale alternativo, oltre a una traduzione completa in italiano che permette di godere del gioco anche ai meno esterofili.

dq-8-3ds-dq8

Se pensate di imbarcarvi in questa avventura, sappiate che l’Odissea del Re Maledetto è un titolo vecchio stampo, molto esigente, che richiede al giocatore un investimento di tempo notevole. Il tentativo di rinnovamento delle meccaniche è riuscito ma non radicale, tanto che qualche volta si dovrà ricorrere alla più classica guida per newbie per capire da chi andare e con chi parlare per procedere nella caccia a Dholmagus.

La vastità delle cose da fare e la grandezza della mappa completamente esplorabile potrebbero generare un certo smarrimento per i giocatori abituati a procedere in linea retta e forse avrebbe giovato prendere maggiormente per mano i giocatori. Tuttavia non sono più gli anni duemila e ci sono molti modi per trovare le risposte che si cercano, se proprio vi bloccherete in qualche fase dell’avventura.

I combattimenti a turni poi o si odiano o si amano, ma chi acquista un JRPG generalmente ne conosce le meccaniche e sarebbe stato impossibile rivoluzionare così a fondo l’infrastruttura di gioco che, anche dopo anni, trova i suoi estimatori.

dragon-quest-viii-nintendo-3ds-cover

Square Enix non poteva scegliere regalo migliore per i giocatori occidentali se non quello di portare anche da noi questo remake che cesella l’esperienza di gioco classica e un po’ d’annata rendendola più rapida e meno ingessata, un titolo tutti gli appassionati di giochi di ruolo giapponesi che su 3DS hanno trovato la loro casa.

Infatti hanno già avuto un bel da fare con importanti produzioni come i due Bravely Default e non ultima la conversione spettacolare di Xenoblade Chronicles. Tra i grandi giochi di ruolo come quelli appena citati aggiungete il nostro Dragon Quest VIII: L’Odissea del Re Maledetto che si candida a essere l’ultimo grande GdR per la console portatile di Nintendo.

Dragon Quest VIII: L’Odissea del Re Maledetto sarà pubblicato su Nintendo 3DS a partire dal 20 gennaio 2017.

Comments

Headlines

Dragon Quest VIII L'Odissea Del Re Maledetto

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie.
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com